« Torna indietro

dior a lecce

dior a lecce

Salvemini analizza i dati Covid: “Nel leccese numeri felicemente sorprendenti”

I dati Covid continuano a destare enormi preoccupazioni in tutto il Mondo ed anche l’Italia ormai corre a grandi passi verso le situazioni critiche degli altri Paesi europei. Una situazione che, purtroppo, giorno dopo giorno si aggrava sempre più. Aumentano i contagi giornalieri, oggi sono stati toccati quasi i 20mila casi di nuovi positivi in tutta Italia, aumentano le terapie intensive ed aumentano purtroppo anche i decessi. Il Premier Giuseppe Conte vuole cercare di evitare a tutti i costi un nuovo lockdown, ma alcuni governatori regionali, De Luca in Campania su tutti, hanno già annunciato che, qualora non si decidesse per una chiusura totale nazionale, nella loro Regione il lockdown ci sarà. I dati Covid sono impietosi e anche scienziati e medici auspicano misure più severe per non rischiare di arrivare ad un punto di non ritorno. Anche in Puglia la situazione non è delle migliori e, giorno dopo giorno, si aggiornano i dati di un nuovo record di contagi giornalieri. Un po’ in controtendenza con la situazione generale, invece, a Lecce e Provincia ci sono dati sorprendenti che denotano una crescita, ma con una situazione che resta sotto controllo. Analizzando i dati Covid, infatti, il sindaco Carlo Salvemini parla di un Salento addirittura al terzultimo posto in tutta Italia, nella classifica dei contagi totali.

Dati Covid. Salvemini analizza i dati, ma invita tutti a rispettare le regole

Il primo cittadino leccese ha voluto analizzare i dati Covid nel dettaglio, parlando della situazione italiana e di quella della Provincia di Lecce e lo ha fatto affidandosi ad un post su Facebook.

Questo il contenuto: “Cosa ci dicono i dati di oggi sull’andamento della pandemia? Partiamo dall’Italia. L’andamento esponenziale dei contagi è chiaro (vedi immagine). Abbiamo ancora tempo per evitare un’esplosione incontrollata ma dobbiamo agire subito. Il tempo a disposizione è limitato per evitare di trovarci nella situazione degli altri Paesi europei. Secondo dati dell’Ecdc (European Centre for desease control and prevention) aggiornati alla sera del 22 ottobre: l’Italia, negli ultimi 14 giorni, ha registrato 210,9 nuovi casi per 100.000 abitanti. Considerando i 31 Paesi monitorati dall’Ecdc si trova in 19esima posizione, preceduta da Repubblica Ceca (1.148,5); Belgio (1.019,8); Olanda (616,1); Lussemburgo (507,3); Francia (488,6); Slovenia (487,3); Liechtenstein (396,1); Spagna (379,1); Uk (373,1); Slovacchia (359,7); Malta (330,5); Irlanda (293,4); Islanda (280,4); Polonia (271,5); Croazia (266,4); Portogallo (262,8); Romania (259,1) e Austria (234,1). Ecco perché dobbiamo agire in fretta con provvedimenti assunti su base territoriale nelle aree che più sono colpite dalla crescita esponenziale dei contagi proprio per evitare un lockdown nazionale”.

Poi, Salvemini analizza i dati Covid nel leccese: “Arriviamo a noi. Questa settimana la provincia registra 68 nuovi casi. Siamo la terz’ultima in Italia con 128 casi totali ogni 100.000 abitanti. Un dato che resta felicemente sorprendente.Restiamo anche la meno colpita in Puglia rispetto a Foggia (522), Bari (448), Bat (327), Brindisi (252), Taranto (212).A Lecce città gli attuali positivi sono oggi 52, erano 37 venerdì scorso. Continuiamo così, mi raccomando: distanziamento, mascherina, igiene.E controlli per chi è non intende farsi carico della salute pubblica.Andiamo avanti, uniti”.

Edizioni

x