« Torna indietro

Gianni Di Pangrazio candidato sindaco ad Avezzano: 'Sapere come muoversi nella complessa macchina amministrativa'

Avezzano, Coronavirus, Di Pangrazio: “disposta una ‘zona grigia’ provvisoria, seppure con molti limiti”

Disposta una ‘zona grigia’ provvisoria. Si legge sulla pagina Facebook del sindaco di Avezzano: “Voglio congratularmi per la capacità di ascolto e di azione da parte della Asl Avezzano Sulmona per le richieste avanzate nell’incontro tenutosi la mattina del 26 ottobre, quando accompagnato dall’assessore comunale alle politiche sanitarie e all’emergenza Covid di Avezzano, dottoressa Maria Teresa Colizza, abbiamo incontrato il dottor Rodorigo, responsabile del Pronto soccorso, la dottoressa Cornacchia, responsabile dell’Obi, la dottoressa Galassi e l’ingegner D’Aulerio dell’Ufficio tecnico. Nell’incontro ho evidenziato la complicata situazione del contenimento del contagio, nonché il disagio vissuto dai pazienti risultati positivi al Covid-19 e bisognosi di ricovero, costretti a sostare per ore o addirittura giorni nei locali del Pronto Soccorso, nonché la necessità della predisposizione di spazi da adibire a ‘zona grigia’ nel piazzale antistante il pronto soccorso. Ho potuto constatare che già dalla serata del 26 ottobre la Asl si è attivata per far fronte alle richieste del Primo cittadino, provvedendo a disporre una ‘zona grigia’ provvisoria seppure con molti limiti, montando delle strutture modulari, e nella mattinata di ieri è stato possibile constatare: l’attivazione del riscaldamento all’interno dei tendoni, la disposizione di pedane atte a consentire l’accesso alle barelle e la strutturazione di percorsi esterni per i pazienti che devono effettuare il tampone.

Starò col fiato sul collo ai responsabili fin quando non saranno messi in sicurezza i malati

E ancora: “A fronte della tempestività con cui la Asl si è mobilitata per la realizzazione di ciò, faccio i complimenti alla capacità di ascolto e di azione di tutti coloro che hanno reso possibile l’operazione in così breve tempo. Auspico l’attivazione altrettanto rapida ed efficace della tensostruttura che abbia caratteristiche tecniche e percorsi idonei per pazienti Covid positivi in attesa di conferma del secondo tampone, ossia un’idonea zona grigia. La richiesta è stata già avanzata al direttore generale Asl ed al capo della protezione civile. Starò col fiato sul collo ai responsabili fin quando non saranno messi in sicurezza i malati. Un plauso ai medici del 118, che instancabilmente sono sul fronte da marzo scorso”.

Edizioni

x