« Torna indietro

Bocchino (Lega) contro Scoccia (Gruppo misto): "la volpe che non arriva all'uva"; risposta: "si è dovuta barcamenare tra favole inflazionate e ciambelle"

Bocchino (Lega) contro Scoccia (Gruppo misto): “la volpe che non arriva all’uva”; risposta: “si è dovuta barcamenare tra favole inflazionate e ciambelle”

Bocchino (Lega) contro Scoccia (Gruppo misto). Regione Abruzzo, è polemica sullo sfondo della revoca della nomina dell’assessore Mauro Febbo: “L’intervento della collega Marianna Scoccia potrebbe quasi apparire come la volpe che non arriva all’uva.” Sabrina Bocchino (Lega), segretario ufficio di Presidenza, replica alle critiche mosse dalla Scoccia a Luigi D’Eramo, deputato e segretario regionale della Lega, più volte citato insieme al nome di Mauro Febbo, assessore defenestrato. Prosegue la consigliera regionale vastese: “Andremo tutti a lezione dalla Scoccia che, oltre a sedere in Consiglio regionale e ad essere primo cittadino del comune di Prezza, fa la maga: eh sì, appare chiaro, con il senno di poi, che la suddetta sia stata costretta a candidarsi, inizialmente, con il centrodestra per poter sedere sulle nobili poltrone dell’Assise regionale per poi passare ,con la massima nonchalance e con pretesti futili, tra i banchi dell’opposizione, un’impresa impossibile da raggiungere se si fosse candidata con la coalizione in cui il marito è stato assessore per 4 anni. Se è riuscita, in precedenza, nel suo intento, sappia però che non tutte le ciambelle riescono col buco“, conclude la Bocchino.

La risposta riguarda la dichiarazione che segue. Marianna Scoccia aveva dichiarato: “Il provvedimento che è stato votato in Consiglio Regionale ‘revoca nomina assessore Mauro Febbo’ è l’ulteriore conferma, semmai ce ne fosse ancora bisogno, del fallimento politico della Lega Abruzzo e del suo coordinatore regionale Luigi D’Eramo. Avezzano e Chieti rappresentano lo specchio della assoluta inadeguatezza di una classe dirigente che è nata casualmente e, come tutte le cose casuali, è destinata a scomparire altrettanto velocemente“.

Marianna Scoccia, consigliere regionale del Gruppo misto, risponde ora nella sua pagina Facebook: “La collega Bocchino mi risponde attraverso un comunicato stampa, quando avrebbe potuto farlo in consiglio regionale. Ma il mutismo e il coraggio caratterizzano questa maggioranza leghista”. E ancora: “Devo ammettere di aver fatto molta fatica a rintracciare, nelle dichiarazioni, un significato politico; le sue argomentazioni sono state così scarse che si è dovuta barcamenare tra favole inflazionate e ciambelle. Purtroppo so che è difficile accettare le sconfitte. Alla collega Bocchino, verso la quale nutro un profondo sentimento di tenerezza e simpatia, auguro di pensare a lavorare solo nell’esclusivo interesse degli Abruzzesi“. (fonte: Acra)

Edizioni

x