« Torna indietro

Cresci: “Tutto pronto per la convenzione con la Provincia per gli impianti sportivi in uso alle scuole”

“Com’è noto, è la Provincia l’istituzione competente quando si parla di istituti superiori, ciononostante il Comune fin dal 2003 fornisce a sue spese spazi adeguati a consentire agli studenti piombinesi di praticare sport durante le ore di educazione fisica mettendo a disposizione i propri impianti sportivi in accordo con le società che li gestiscono. Stiamo aspettando un riscontro in merito alla proposta di convenzione: è tutto pronto, incluso l’accordo con i soggetti gestori, manca solo l’istituzione competente, la Provincia appunto”. 

L’assessore all’Istruzione Simona Cresci risponde alle dichiarazioni di Rifondazione Comunista in merito alla possibilità degli studenti dell’Isis Carducci Volta Pacinotti di utilizzare gli impianti sportivi comunali nelle ore di educazione fisica. 

“Già lo scorso anno abbiamo richiesto alla Provincia un rimborso per le spese di pulizia, custodia e gestione degli impianti che, ormai da anni, sono in uso agli istituti superiori che non dispongono di una palestra, in particolare visto il periodo di emergenza sanitaria che impone maggiore attenzione, e quindi maggiori costi per la igienizzazione degli spazi.

A parti invertite, il Comune, per l’utilizzo delle palestre provinciali dell’Isis Einaudi Ceccherelli, corrisponde un rimborso di oltre quattromila euro, oltre alla custodia della struttura, alla pulizia dei locali e dei servizi e alla manutenzione di propria spettanza attraverso l’opera di un gestore appositamente individuato.

In un’ottica di giustizia e correttezza, visto che le risorse di cui il Comune dispone sono pubbliche, è giusto che ogni ente si prenda carico di quanto di competenza: per questo abbiamo avviato un percorso con la Provincia e l’Isis che ha portato alla redazione di una relazione sui costi sostenuti fino ad oggi e una proposta di convenzione a partire già da questo anno scolastico.

Attendiamo che la Provincia si pronunci al riguardo: è tutto predisposto, attendiamo solo la ratifica augurandoci che possa accadere a breve così da ripristinare i servizi necessari agli studenti”.

Edizioni