« Torna indietro

halloween

Covid: Halloween, Chiavari, Moneglia, Sestri Levante e Lavagna vietano” dolcetto o scherzetto”

Covid: Halloween, Chiavari, Moneglia,Sestri Levante e Lavagn vietano” dolcetto o scherzetto”

Covid – Il rito di Halloween la notte del 31 ottobre, omaggio celtico allo spirito dei morti diventato festa popolare negli Stati Uniti e, da ormai molti anni anche in Italia, soprattutto tra bambini e adolescenti, salta. “No Halloween No Party”. Certamente bussare alle porte dei vicini di questi tempi non è il caso, il rischio contagio lo esclude.

Niente “dolcetto o scherzetto” e feste in maschera per i bambini (e non solo) di Chiavari, Moneglia, Sestri Levante e Lavagna. Il 29 ottobre i sindaci delle quattro località del Tigullio hanno diffuso un’ordinanza apposita per vietare i festeggiamenti a tema Halloween il 31 ottobre e il primo novembre.

Covid: la scelta “anti Halloween”

In tempi di pandemia da Covid-19, hanno la priorità le motivazioni di carattere sanitario: la ricorrenza potrebbe spingere i più arditi ad organizzare feste in maschera e le consuete comitive di bimbi travestiti da streghette e fantasmini che giravano per le città a caccia di caramelle, tutte attività a rischio contagio.

Nelle quattro località del Levante sarà quindi vietata “l’organizzazione di festeggiamenti pubblici e privati riconducibili alla festa del così detto Halloween”, e di accedere “singolarmente o in gruppi, agli esercizi commerciali e ai pubblici, secondo le usanze della festa così detta di Halloween”; inoltre, è vietato ai titolari dei negozi “porre a disposizione del pubblico caramelle dolciumi e qualsiasi altra cosa in regalo come d’uso per la festa del così detto Halloween.

I trasgressori rischiano una multa compresa tra il 400 e i 1000 euro.

Edizioni