« Torna indietro

San Donà, continuano i controlli della Polizia locale sui mezzi pesanti

A tutela della sicurezza di ciclisti e pedoni, negli ultimi 15 giorni sono stati intensificati i controlli sul rispetto dei limiti di velocità dei veicoli circolanti nel centro urbano, ed in particolare sulle strade con limite di 30 km/h. Questo ha portato ad accertare quattro violazioni nei confronti dei conducenti di autobus della locale Azienda di Trasporti.

Durante un posto di controllo in Via Martiri delle Foibe, inoltre, operatori di Polizia Locale hanno accertato che un autotrasportatore albanese di prodotti alimentari falsificava i dati registrati sul disco tachigrafo, con il chiaro intento di alterare i tempi di guida e di riposo giornalieri e settimanali previsti per condurre in tutta sicurezza l’autoarticolato. Per lui il ritiro della patente di guida e una sanzione di euro 900 circa.

Medesima sanzione per un autotrasportatore di barbabietole rodigino, che senza rispettare i prescritti di riposo ha provocato un sinistro stradale con perdita del carico e spargimento di idrocarburi sulla Via Armellina, comportando la chiusura per parecchie ore dell’arteria stradale e conseguenti gravi disagi per gli automobilisti.

«I conducenti professionali devono attenersi scrupolosamente alle norme di comportamento previste dal Codice della Strada perché il coinvolgimento di un mezzo pesante in un sinistro stradale è quasi sempre causa di gravissimi danni a infrastrutture e persone» dichiara il Comandante della Polizia Locale di San Donà di Piave Paolo Carestiato.

“Ringrazio di cuore il Comandante e tutto il corpo di Polizia Locale per il costante impegno sul territorio, che non è mai venuto meno anche in questi mesi complessi” è la dichiarazione dell’Assessore alla Sicurezza Walter Codognotto, a cui si aggiunge la riflessione del Sindaco Andrea Cereser: “Si tratta di un lavoro di prevenzione fondamentale: un autista che viaggia troppo a lungo senza soste rappresenta un pericolo per sé e per gli altri”.

Edizioni