« Torna indietro

defunti

2 giorni dedicati ai defunti fra ricordi e controlli antiassembramento

Le giornate dedicate ai defunti e tanto temute non hanno creato assembramenti. Le parole del sindaco Marino

Oggi ricorrenza di Ognissanti, quel che si temeva era la ressa nel cimitero della città di Caserta, come in ogni altra città, considerata l’esigenza delle persone di recarsi in un luogo sacro per dedicare un momento di preghiera ai propri cari.

Una tradizione che ha radici lontane e che nella maggior parte delle persone suscita quel senso di appartenenza ma anche il desiderio di compiere un gesto per onorare la memoria dei defunti.

E secondo quanto verificato dal primo cittadino di Caserta, Carlo Marino, tutto è filato liscio e le persone hanno rispettato le norme e le indicazioni stabilite dall’amministrazione comunale.

“La regolarità ha caratterizzato la giornata odierna, nell’accesso dei cittadini al Cimitero principale di Caserta: – spiega il sindaco Marino – tutti hanno osservato il rispetto delle norme vigenti nonché le disposizioni stabilite dall’Amministrazione comunale”.

Domani, giornata dedicata ai defunti, le norme saranno le stesse proprio per evitare assembramenti, sia all’esterno che all’interno del cimitero.

“Nel corso della giornata gli agenti della Polizia Municipale – ha continuato il sindaco – hanno proceduto ad un sequestro di fiori a carico di un venditore non autorizzato, mentre a tutta la macchina organizzativa predisposta per l’occasione, rispondendo all’appello dell’Amministrazione comunale, hanno contribuito, oltre ai volontari del Gruppo comunale della Protezione Civile, quelli della Croce Rossa Italiana di Caserta, del Gruppo Reggia dell’Associazione Nazionale Carabinieri, del Servizio Volontariato Giovanile di Caserta”. A loro, il ringraziamento dell’Amministrazione comunale”

Edizioni