« Torna indietro

Eleonora fa 15 anni. Sarà lei a cambiare la monarchia spagnola?

Ma sarà regina? Sul fatto che Leonor de Todos los Santos de Borbón y Ortiz possa un giorno essere la regnante in Spagna, degna erede di quella Isabella la Cattolica che cacciò i “mori” dal Paese, pendono ancora dubbi costituzionali. Nel frattempo facciamo gli auguri a Eleonora, che i 15 anni – oggi è il giorno – non le pesino con tutte queste responsabilità. Non sembra intimidita, la giovane.

La storia della successione al padre Felipe non sarà semplice. La Costituzione del 1978 “preferisce” gli uomini, ma sin dai tempi del Governo presieduto dal socialista José Luis Rodríguez Zapatero hanno provato a eliminare questo aspetto maschilista della Magna Carta spagnola, senza successo. Il cammino legislativo da percorrere è lungo. Non ci riuscirono all’epoca, per via della crisi inaspettata del 2008, ma cominciano a pensarlo seriamente un po’ tutti. 

La ragione è semplice: la monarchia non sta passando un buon momento. La rovinosa caduta d’immagine del Re emerito, Juan Carlos, colui che traghettò il Paese dalla dittatura alla democrazia ma, allo stesso tempo, l’uomo che ha approfittato di affari di Stato per far contenta economicamente la sua amante, e la nuova crisi che sta scuotendo le fondamenta del Paese, consigliano ai reali di tenere basso il profilo.

E’ l’occasione, forse, di preparare in questi anni in cui Eleonora si farà (e ne ha le qualità: parla diverse lingue, tiene discorsi ufficiali, segue i genitori nei viaggi di rappresentanza con un tatto tutto suo), un vero e proprio restyling della Corona. Come è successo tante volte in passato.

Edizioni

x