« Torna indietro

Cellule staminali, anche Civitanova all’avanguardia

Le malattie cardiovascolari costituiscono la principale causa di morte nel mondo occidentale, e una popolazione che invecchia progressivamente è affetta in misura crescente da malattie neurologiche. La tematica delle cellule staminali e del possibile loro impiego per curare le malattie neurologiche e cardiovascolari, pertanto, ricopre una rilevanza sempre più primaria. Se ne occupa il progetto COST “BIONECA” sui biomateriali e le tecniche fisiche avanzate per la cardiologia e la neurologia rigenerative.

“Il principale obiettivo di BIONECA  – dice l’ingegnere civitanovese Massimo Rogante che del progetto è partner – è stabilire la piattaforma per l’interazione coordinata tra scienziati di diverse discipline scientifiche, tra cui cardiologia rigenerativa, neurologia rigenerativa, biologia delle cellule staminali, fisica, chimica e scienza e ingegneria dei materiali. BIONECA è diventato uno strumento chiave per il coordinamento, l’armonizzazione e la deframmentazione della ricerca sulle cellule staminali in tutta Europa, portando l’unificazione di protocolli per l’applicazione di cellule staminali per malattie neurologiche e cardiovascolari”.

“Tale approccio interdisciplinare a livello internazionale cui partecipano ben 38 Paesi – continua Rogante – mi ha coinvolto nella caratterizzazione avanzata di materiali speciali (ad esempio il Nitinol, che serve per realizzare gli stent vascolari) che ho eseguito per conto del Dipartimento di Metallurgia e Ingegneria dei Materiali dell’Università di Malta e nella collaborazione con le Università di Ferrara e di Siviglia riguardo alle applicazioni della criogenia in campo scientifico”.

La piattaforma BIONECA ha l’obiettivo finale di pubblicare la prima serie di protocolli unificati per le applicazioni cliniche delle cellule staminali e dei loro prodotti in tutta Europa. Il sito web del Progetto BIONECA https://bioneca.eu.

Edizioni

x