« Torna indietro

Contributo del Comune alle associazioni di Protezione civile

Il Comune di Piombino ha deciso di erogare un contributo straordinario alle associazioni di Protezione civile che hanno supportato e continuano a supportare i cittadini e l’amministrazione nella gestione dell’emergenza sanitaria: 12mila euro, suddivise in base alle attività svolte dalle sette associazioni di Protezione civile attive in città. 

“Abbiamo voluto riconoscere concretamente – spiegano il sindaco Francesco Ferrari e il neo assessore Marco Vita con delega alla Protezione civile – l’enorme e insostituibile contributo che le associazioni del territorio hanno dato, a sostegno di tutti i cittadini e del Comune, nel mettere in pratica le misure anti contagio e le azioni disposte dal Centro operativo comunale per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Senza l’aiuto dei volontari sarebbe stato impossibile presidiare il territorio, consegnare le mascherine e i buoni spesa, contingentare gli accessi alle aree e ai palazzi pubblici, supportare le fasce deboli della popolazione: un’enorme mole di lavoro straordinario che si è sommata alle ordinarie attività di queste associazioni che, già prima della pandemia, svolgevano attività essenziali per i cittadini.

È una somma che sicuramente potrà essere d’aiuto per coprire i costi sostenuti e che, soprattutto, vuole essere una forma di ringraziamento da parte del Comune per l’aiuto che mai hanno fatto mancare ai cittadini, in particolare in questo difficile momento di emergenza sanitaria”. 

Sono sette le associazioni che, negli ultimi mesi, si sono attivate per mettere in campo le azioni necessarie per affrontare la pandemia: Misericordia, Pubblica assistenza Piombino, Avela, Croce rossa, Pubblica assistenza Riotorto, Mari e monti, Ranger.

Il contributo è stato calcolato in proporzione alle diverse attività messe in campo dalle singole associazioni.

Edizioni

x