« Torna indietro

Puglia zona rossa? Venerdì la decisione. Spunta l’ipotesi differenzazione tra Province

Il dibattito sulla possibilità di una Puglia zona rossa continua a tenere banco. Il Covid nella nostra Regione non accenna a placare la sua furia anche se oggi si è registrata una percentuale inferiore, rispetto a ieri, tra nuovi contagi e tamponi effettuati. Il rischio, però, continua ad essere elevato e una Puglia zona rossa è ormai molto più che una semplice probabilità. Sarebbe l’ennesima regione in Italia ad adottare misure più restrittive per frenare i contagi da Coronavirus e andrebbe ad aggiungersi a Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Toscana, Campania, Calabria, Abruzzo e la provincia di Bolzano, tutte Regioni italiane che, chi prima chi dopo, hanno adottato quello che a tutti gli effetti può essere considerato un lockdown. Del resto, nelle ore precedenti, sono stati gli stessi medici pugliesi e capi delle delegazioni dell’ordine a chiedere al governo di adottare misure più restrittive per la Puglia. A fare eco a questa richiesta sono arrivate, inoltre, le dichiarazioni dell’assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco che ha affermato: “Gli operatori sono molto stressati, quindi qualunque iniziativa che possa allentare la morsa sugli ospedali e sulla sanità territoriale è benvenuta”. 

Puglia zona rossa? C’è chi chiede una differenziazione

Ed è proprio la pressione sulle strutture sanitarie pugliesi a creare maggiore allarme e spingere verso una Puglia zona rossa, mentre in base a una parte dei 21 indicatori del ministero della Salute che stabiliscono le aree di rischio, la Puglia è ancora in zona arancione, poiché l’indice Rt di contagio è attorno all’1,44.  Il cambio di zona potrebbe arrivare venerdì prossimo quando saranno passati i 15 giorni indicati dal ministero della Salute per rivalutare il posizionamento. Tra le ipotesi per la regione sul tavolo c’è anche quella di creare zone rosse per province, con quelle di Foggia e Bat candidate a maggiori restrizioni per via di percentuali più alte rispetto alle altre province pugliesi. A sostenere questa tesi c’è, tra gli altri, il Consigliere regionale e Presidente del Movimento Regione Salento, Paolo Pagliaro che sull’ipotesi Puglia zona rossa si esprime così: “Speriamo che prevalga, almeno per una volta, il buonsenso. Venerdì si deciderà durante la riunione tra Ministero e Regioni, quali Regioni devono diventare ‘rosse’, la Puglia è interessata. Si parla dell’indice Rt come elemento di valutazione e da quello che vediamo qui nel Salento non è a tal punto da declassarci”.

Edizioni

x