« Torna indietro

Natale e Covid, Iannarelli (Si): "meno luminarie più solidarietà"

Ecco come sarà il Natale nei Paesi europei

Mentre l’Italia pensa ai “dieci giorni di shopping” prima di Natale, giusto per non far crollare anche le architravi del commercio, gli altri Paesi pensano a misure creative per far sembrare normali le festività.

In Gran Bretagna il premier Boris Johnson, dopo il lockdown in atto che ha portato una discreta diminuzione dei contagi a fronte di numeri ancora molto alti, pensa di dare agli inglesi 5 giorni di assoluta libertà per lo shopping. I medici non ci stanno e annunciano urbi et orbi che 5 giorni così rovinerebbero i sacrifici fatti sinora.

In Francia invece non pensano a un Natale normale, con raduni familiari “importanti” (sempre in 6 al massimo potranno riunirsi). Il coprifuoco sarà tenuto almeno fino a gennaio del prossimo anno e bar e ristoranti continueranno a tenere chiuse le serrande. Shopping natalizio concesso ma con grandi controlli. La Germania pensa di chiudere i tradizionali mercatini, che quest’anno non avranno turisti, costretti nel caso volessero a 5 giorni di quarantena, e prepara una nuova stretta. Natale tedesco dunque solo con la propria famiglia.

In Spagna sarà sì aperto il mercatino di Plaza Mayor a Madrid, ma sarà, con il coprifuoco che continuerà e il limite di assembramento familiare, una festività più che dimezzata. Non si prevedono insomma cambi sostanziali al regime di quasi lockdown attuale. Proibiti, come avviene da un mese circa, anche gli spostamenti tra Regioni.

Edizioni

x