« Torna indietro

ordinanza

Scuola in presenza. Secondo il consigliere Iannucci oggi “c’è uno spiraglio” verso il rinvio

Scuola in presenza. Secondo Iannucci c’è la possibilità di un rinvio. Al vaglio la decisione

Scuola in presenza, l’incognita apertura.

Perchè, questa mattina, dopo le tante richieste avanzate nei giorni scorsi, si apre, forse, uno spiraglio .

Interlocuzioni e confronti

Infatti, “dopo una serata, quella di ieri, di interlocuzioni, di confronti, di studio dei dati aggiornati posso, con un filo di soddisfazione, – a raccontare la situazione è il consigliere Comunale di Caserta, Gianluigi Iannucci – riscontrare un’apertura e una profonda riflessione sulla questione riapertura scuole da parte di tutti gli organi decisionali. Dal sindaco Marino, all’assessora Fortini fino al governatore De Luca”.

Tutti i segnali vanno verso una non riapertura

Attendiamo la decisione definitiva e delle dichiarazioni del Governatore ma “tutti i segnali vanno nella direzione della non riapertura delle scuole il prossimo 24 novembre”.

Ovviamente, così come spiega il consigliere Iannucci, è solo una sensazione e ancora non c’è nessuna conferma effettiva. Solo una seria valutazione su una questione che riguarda tanti, oserei dire tutti.

“Dovevano provarci”

“Sono convinto che dovevano provarci a riaprire le scuole. Ce l’hanno messa tutta. Mettendo in campo tutte le azioni umanamente possibili. Purtroppo il virus nelle nostre zone viaggia a velocità inimmaginabile ed in modo più aggressivo del primo periodo pandemico. Gli strumenti che avevamo a disposizione hanno avuto poco efficacia. Fare marcia indietro sulle proprie decisioni non è un segnale di fallimento. Ma grande senso di responsabilità”.

Quello che ognuno di noi può fare

Oggi ognuno di noi ha un parente o un amico che sta lottando. Per non parlare di chi lo ha perso un proprio caro. Seguendo alcuni semplici presidi faremo arrivare indirettamente un notevole aiuto ai nostri medici e paramedici. Che restano e resteranno i nostri eroi. Vi lascio un numero terrificante: 202 medici deceduti vittime del COVID-19. Quindi solo spostamenti necessari, distanziamento, mascherina ed igienizzazione delle mani.

x