« Torna indietro

alberi

Piantati 1300 alberi per altrettanti bambini e bambine. Lo stato visualizzabile su internet

Sono 1300 gli alberi piantati e associati ad altrettanti bambini e bambine nati o adottati nel corso del 2020 a Firenze. Gli altri 700, per arrivare al totale dei 2.000 nati e adottati in città ad oggi, saranno messi a dimora entro fine anno durante la stagione propizia.

A piantare il 1301esimo albero al giardino del Bobolino sono stati oggi il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re in occasione della Giornata nazionale degli alberi: è stato messo a dimora un nocciolo per Lorenzo, nato nei giorni scorsi all’ospedale di Careggi.

Tutti gli alberi abbinati ai nuovi nati sono visualizzabili dai genitori attraverso credenziali Spid e codice fiscale sulla mappa online disponibile sul sito dell’Ambiente.

Ad oggi sono oltre mille le famiglie che hanno visualizzato sulla mappa digitale la posizione dell’albero abbinato al proprio bambino o bambina. I genitori vengono avvisati della messa a dimora dell’albero per il proprio figlio o figlia tramite una lettera inviata dall’ufficio Cerimoniale del Comune a firma del sindaco.

«Andiamo avanti per costruire una città sempre più verde e a misura di bambino, ancora più importante per il futuro post Covid – ha detto il sindaco Nardella -. Dalle pareti verdi nelle scuole, ai nuovi alberi, giardini e parchi, sono tanti i progetti che stiamo realizzando per raggiungere questo obiettivo, anche grazie alle nuove tecnologie e alla partecipazione dei cittadini e dei più piccoli. Sono proprio i bambini infatti i protagonisti del cambiamento, da coinvolgere e sensibilizzare maggiormente sui temi ambientali».

«In un momento così difficile per la città – ha detto l’assessore Del Re – è ancora più significativo celebrare e contare i nuovi nati e abbinare a ogni bambino anche una nuova pianta, simbolo di vita e di speranza. Per questo, oggi abbiamo voluto celebrare la giornata nazionale degli alberi mettendo a dimora il 1301esimo albero abbinato a un nuovo nato a Firenze, Lorenzo.

«Un modo per rendere ancora più coinvolgente il rispetto della legge che prevede di piantare un albero per ogni nato e che stiamo portando avanti attraverso la piattaforma dedicata sul sito dell’Ambiente.

«Il portale, lanciato lo scorso anno in occasione della Festa dell’albero, rende possibile per i genitori scoprire qual è l’albero piantato per il proprio bambino o bambina sulla mappa online attraverso le credenziali Spid.

«È anche un modo per aiutare i genitori a dotarsi di queste credenziali che sono poi utili e necessarie per tutti i servizi digitali offerti dall’amministrazione anche nel campo della scuola e dell’infanzia».

I genitori possono tracciare con lo Spid gli alberi piantati

Il progetto ‘Un albero per ogni nuovo nato’, lanciato a novembre 2019 in occasione della Festa dell’albero, rende ancora più chiaro e coinvolgente per il cittadino il rispetto della legge che prevede la messa a dimora di un nuovo albero per ogni nuovo nato.

Il sistema collega in modo automatico e casuale il nuovo albero piantato ai codici fiscali dei nuovi nati. Attraverso le credenziali Spid e il codice fiscale, i genitori possono visualizzare sulla mappa online la posizione dell’albero associato al proprio figlio o alla propria figlia.

I siti di piantagione e le specie arboree sono individuati sulla base delle necessità di sostituzione e incremento del patrimonio arboreo e l’abbinamento tra bambino e albero viene realizzato in modo del tutto casuale tramite procedura informatica.

I tempi dipendono dai periodi stagionali nei quali gli alberi possono essere messi a dimora e possono richiedere anche alcuni mesi. Il progetto è stato realizzato con risorse interne dell’Amministrazione comunale e con fondi Pon Metro 2014-2020 asse 1 Agenda digitale. Il portale è ambiente.comune.fi.it

Edizioni