« Torna indietro

Posti-letto Covid in Sicilia, il ministero manda i Nas

Il ministero della Salute ha disposto l’invio di personale tecnico e agenti dei carabinieri del Nas in Sicilia. Oggetto dei controlli: la situazione della disponibilità di posti letto Covid

Sul caso dei posti-letto Covid dopo le polemiche le azioni ufficiali. Il ministero della Salute ha infatti disposto l’invio di personale tecnico e agenti dei carabinieri del Nas in Sicilia. Oggetto dei controlli: la situazione della disponibilità di posti letto Covid. Al centro delle polemiche le intercettazioni – rivelate da “La Sicilia” – nelle quali il dirigente generale del dipartimento pianificazione strategica della Regione siciliana, Mario La Rocca, il 4 novembre, avrebbe inviato ai manager ospedalieri e ai direttori delle Asp siciliane messaggi sui posti letto in terapia intensiva per evitare che la Sicilia diventasse zona rossa. Recentissimo l’intervento del Presidente della Regione Sicilia Musumeci (“il governo mandi gli ispettori, basta con le speculazioni sulla gestione dei numeri dell’epidemia Covid in Sicilia”) mentre per l’assessore regionale alla Salute Razza in Sicilia “abbiamo allineato i dati. Ho chiesto alla Società italiana di anestesia e rianimazione di certificare semplicemente la realtà, che ciò che è scritto sulle nostre piattaforme è vero ed è in linea con i parametri ministeriali. Se poi il direttore generale del mio assessorato, in maniera un po’ forte, ha richiamato tutti alle proprie responsabilità, io penso che abbia fatto il suo dovere”.

Edizioni

x