« Torna indietro

Alla Protezione Civile di Mestre nuovo carico di kit spesa

Un carico di 33 bancali per un totale di 660 kit spesa alimentare è arrivato alla sede operativa della Protezione civile di Mestre. Si tratta di generi di prima necessità che, in continuità con quanto accade dall’inizio dell’emergenza causata dal Coronavirus, saranno destinati alle famiglie in difficoltà.

Un carico di 33 bancali per un totale di 660 kit spesa alimentare è arrivato alla sede operativa della Protezione civile di Mestre. Si tratta di generi di prima necessità che, in continuità con quanto accade dall’inizio dell’emergenza causata dal Coronavirus, saranno destinati alle famiglie in difficoltà. La distribuzione sarà affidata alla Caritas di Venezia e alle parrocchie del territorio e, a questi kit, se ne aggiungeranno altri che saranno consegnati nelle prossime settimane. All’arrivo del carico presenti, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, il vicesindaco e assessore alla Protezione civile Andrea Tomaello e l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini.

“Sono riprese le consegne dei pacchi alimentari che saranno distribuiti tramite la rete del terzo settore, della Caritas e delle parrocchie, – ha spiegato l’assessore Venturini – volontari con cui portiamo avanti un impegno iniziato nella prima fase del lockdown a marzo e che prosegue, perché, purtroppo, le emrgenze sociali non finiscono ma, anzi, crescono di giorno in giorno. C’è quindi un grandissimo impegno da sostenere e per questo ringrazio di cuore, a nome della città, tutti i referenti della Caritas e del mondo del volontariato che ci aiutano nella distribuzione. E un grazie anche ai ragazzi della Protezione civile che ci assicurano il loro supporto logistico nelle operazioni di carico e scarico”.

Un ruolo, quello della Protezione civile, sottolineato anche dal vicesindaco Tomaello. “Anch’io ringrazio i volontari che oggi, con la loro opera, stanno aiutando in maniera concreta il Comune nell’accogliere questo importante carico che verrà poi distribuito sul territorio. Il loro sostegno, come si è visto in questi mesi e non solo, è di grande rilievo per le attività delle istituzioni, con loro – ha concluso – che svolgono un’opera fondamentale per tutta la cittadinanza”. 

Edizioni

x