« Torna indietro

maradona

Maradona è morto, il calcio è in lacrime: l’annuncio dall’Argentina

Maradona è morto, il calcio è in lacrime: l’annuncio dall’Argentina

Diego Armando Maradona è morto. La tragica notizia che scuote il mondo del calcio e dello sport.

Poche ore fa è arrivato l’annuncio shock dall’Argentina: “Diego Armando Maradona è morto“. A lanciare la notizia è il quotidiano “Clarin”. Colui che è considerato ancora oggi il giocatore di calcio più forte di tutti i tempi si è spento all’età di 60 anni. Fatale un arresto cardiaco accusato nel pomeriggio. I medici hanno provato a rianimarlo, ma il Pibe de Oro questa volta non è riuscito a vincere la sua partita.

Sui social sono decine di migliaia i messaggi di cordoglio e disperazione per quello che è considerato uno dei più grandi di sempre.

Su Twitter la Federazione Argentina lo ha salutato così: “Hasta siempe, Diego. Sarai eterno in tutti i cuori del mondo del calcio”.

Ad inizio novembre l’ex campione argentino aveva subito un’operazione al cervello. Leopoldo Luque, medico personale del Diez, rassicurò tutti dopo l’intervento d’urgenza per rimuovere l’edema. “È già sveglio e lucido, ha reagito benissimo”. Oggi, invece, il tragico annuncio. Maradona si trovava nella sua casa nel quartiere San Andres, a Buenos Aires.

Maradona: la sua storia

Dopo le giovanili e i primi anni da professionista all‘Argentinos Juniors, Diego si trasferì al Boca Juniors prima dello sbarco in Europa nel 1982, al Barcellona. Dal 1984 al 1991 è il protagonista della leggendaria epopea del Napoli con la conquista di due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa Uefa: diventa l’idolo assoluto di intere generazioni di tifosi partenopei e appassionati di calcio. Con la selezione argentina vince il Mondiale nel 1986, entrando nel mito con gol memorabili o controversi, un po’ come è stata tutta la sua incredibile carriera

Edizioni

x