« Torna indietro

Cane legato alla catena, scatta la multa di 500 euro per un contadino salentino

Teneva il cane legato alla catena e per questa ragione ora dovrà pagare una multa di 500 euro. Questa è la sanzione comminata dalle Guardie ecozoofile di Nardò insieme al Servizio veterinario Asl di Lecce Nord in un casolare di campagna alla periferia di Aradeo, paesino del Sud Salento. Per il proprietario l’accusa è quella di aver violato la normativa a tutela degli animali. Norma che è entrata in vigore da pochissimo, con la legge regionale n.2/2020, infatti, la normativa è diventata ancora più rigida perché non è più consentito tenere alcun cane legato alla catena, nemmeno se ne sei il proprietario. Per tali motivi le guardie hanno dovuto applicare la nuova normativa che prevede una sanzione amministrativa che va dai 500 ai 1.500 euro.

Cane legato alla catena, guardie avvisate da una segnalazione anonima

Il tutto è successo grazie ad una segnalazione anonima che avvisava le guardie della situazione di un cane legato alla catena e le ha permesso di intervenire. Il Servizio veterinario dell’Asl, dopo gli accertamenti, ha disposto delle prescrizioni che il proprietario dovrà rispettare per migliorare la custodia degli animali. Nel recinto di custodia del contadino, in realtà, c’erano anche altri cani, ma non c’erano forme di maltrattamenti o cattive condizioni, anzi, i cani erano anche tutti ben nutriti. C’era solo un cane legato alla catena e per questo è scattata la multa. Il contadino, proprietario dell’animale, si è giustificato riferendo di non essere a conoscenza della nuova normativa: una motivazione addotta da molti proprietari.

x