« Torna indietro

Il mondo del calcio piange Maradona, il tributo sul web di amici ed avversari

L’ultimo saluto a Maradona, da Insigne a Mertens fino a Pelè e Messi.

Anche il web piange la morte di Maradona, l’uomo del popolo che si è trasformato in una divinità del pallone.

Il Napoli ha reso onore all’argentino con il logo listato a lutto e la scritta “Ho visto Maradona”. Il presidente De Laurentiis saluta così Maradona: “Caro Diego, orgoglio del popolo napoletano, stella irraggiungibile nel firmamento del calcio universale, amore, gioia, passione e arte. E finché il sole risplenderà, i nostri cuori saranno illuminati dalla luce del tuo genio”.

Lungo ed accorato il saluto di Lorenzo Insigne: “Dal primo giorno in cui sei arrivato nella nostra amata Napoli, sei diventato un Napoletano doc. Hai dato tutto per la tua gente, hai difeso questa terra, l’hai amata. Ci hai regalato la gioia, i sorrisi, i trofei, l’amore.

Sono cresciuto sentendo i racconti della mia famiglia sulle tue gesta, vedendo e rivedendo le tue infinite partite. Sei stato il più grande giocatore della storia, sei stato il nostro Diego.

Ho avuto la fortuna di incontrati, parlarti, conoscerti e non ti nego che mi tremavano le gambe.

Per me hai sempre avuto belle parole, parole di conforto che non potrò mai dimenticare e che custodirò per sempre dentro di me.

Da tifoso, da Napoletano, da Calciatore: grazie di tutto D10S.

Ti ameremo sempre”.

Struggente il messaggio di Mertens: “Se il mio nome è stato accostato al tuo, ti chiedo scusa, non sarò mai al tuo livello. Quello che hai fatto per la “nostra” città resterà nella storia per sempre. É stato un onore averti incontrato. Per sempre il mio idolo”.

“É triste perdere amici in questo modo. Sicuramente un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo”– l’accorato saluto di Pelè, che proprio con Diego si è conteso a lungo il titolo di miglior calciatore di tutti i tempi.

Messi, spesso accostato a Maradona, ha salutato così il suo idolo: “È una giornata molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno”.

“Maradona non è morto, è immortale. Dio ha dato al mondo il miglior calciatore di tutti i tempi. Vivrà per sempre”– il saluto affettuoso di Ibrahimovic.

Non mancano naturalmente i messaggi dei suoi ex compagni, da Careca a Ferrara fino a Bruscolotti, Bianchi e Ferlaino, ma anche di acerrimi avversari sul campo come Platini, Van Basten e Matthuas. Un vuoto incolmabile per la morte di un genio che ha scritto la storia del calcio.

Edizioni

x