« Torna indietro

scippata

CAS - 20060822NAPOLICROCRIMINALITAQUATTRO SCIPPI IN UN ORA20ENNE PRESO A NAPOLI.Nella foto d archivio come avviene uno scippo.Oggi a Napoli in un ora uno scippatore ha eseguito quattrostrappie procurato ferite ad altrettante donne ma la polizia lo ha rintracciato e arrestato. In manette efinito Claudio Espositoun 20enne e laccusa Ë di rapina aggravata. ARCHIVIO FRANCO SILVIANSA CD

Rapina impropria ad uno studente e calci all’auto della polizia. Arrestato 26enne senegalese

Danneggia l’auto della Polizia dopo una rapina impropria ad uno studente. Per questi motivi è stato arrestato un cittadino senegalese, già noto alle Forze dell’Ordine. Intorno alle 3 di questa notte, gli Agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce, hanno arrestato in flagranza di reato un 26enne, cittadino senegalese, Bamba Drissa, senza fissa dimora, per i reati di rapina impropria, resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato. Già intorno alle 21, gli Agenti della Sezione Volanti sono intervenuti in via Taranto, nei pressi della pizzeria “La Pagghiara”, in quanto era stata consumata una “rapina impropria” ad opera di un soggetto di carnagione scura, che subito dopo si era allontanato a piedi verso il parco Belloluogo. Sul posto gli Agenti intervenuti hanno identificato la vittima in un 23enne della provincia di Taranto, ma di fatto domiciliato in Lecce per motivi di studio, il quale ha riferito che nell’approssimarsi in pizzeria era stato avvicinato da un uomo di colore che gli aveva chiesto un euro. Nell’aprire il portamonete e venire incontro alla richiesta, l’uomo di colore, con mossa repentina, aveva afferrato dal portamonete della vittima una banconota da 50 euro e, dopo averlo spintonato, si era dato alla fuga in via Taranto e successivamente in via Monte, fino al cancello del parco “Belloluogo” che aveva scavalcato, dileguandosi all’interno del parco e facendo perdere le proprie tracce. 

Rapina impropria e danni all’auto della Polizia. Le immagini lo inchiodano

Commissariato chiuso

Gli agenti, chiamati a districarsi su un altro caso di rapina nel Salento, hanno visionato le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza installato in pizzeria, costatando che l’autore indossava una tuta di colore nero, una felpa con l’immagine di due felini ed un berretto in lana di colore scuro. Intorno alle 24, poi, mentre la volante si era posta alle ricerche del rapinatore, è arrivata sulla linea del 113 una telefonata che segnalava la presenza dello stesso soggetto autore della rapina, sul Viale dell’Università. Sul posto, gli agenti intervenuti, hanno preso contatti con il richiedente, nonché titolare della pizzeria, il quale ha riconosciuto il soggetto autore della rapina che lo aveva seguito. Immediatamente gli agenti si sono recati sul posto e, all’altezza di via Reale, hanno intercettato l’uomo segnalato, corrispondente esattamente e senza ombra di dubbio all’autore della rapina impropria. Il predetto è stato identificato per Bamba Drissa, con più alias, già noto alle forze dell’ordine, nonché destinatario di più Ordini di Espulsione dal Territorio Italiano. L’uomo, all’atto del controllo ha cominciato ad agitarsi, opponendo resistenza, procurandosi da solo lesioni e battendo ripetutamente la testa contro il sedile dell’auto di servizio danneggiando la stessa autovettura. Il senegalese è stato quindi arrestato per il reato di rapina impropria, resistenza e danneggiamento aggravato ed inoltre è stato denunciato per inottemperanza all’Ordine del Questore. Su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Lecce, Drissa è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale. 

x