« Torna indietro

violenza domestica

Domestic Violence

Microcredito “di libertà” per le donne vittime di violenza

Molte donne sono vittima di violenza domestica perché, non avendo indipendenza economica, non se ne possono andare dalle loro case. Il Governo è voluto venire incontro a questa esigenza e ha istituito un fondo di 3 milioni di euro che servirà a finanziare quello che è stato definito “microcredito di libertà”. Pochi soldi, un piccolo prestito per chi vuole uscire da situazioni degradanti e sfuggire alla violenze domestiche.

Hanno accettato subito l’invito governativo Abi, Caritas, Federcasse e Ente per il microcredito così da supportare fattivamente le richieste che giungeranno da tutta Italia. “Come credito cooperativo – ha sottolineato Augusto Dell’Erba, presidente di Federcasse – ci attiveremo con le federazioni locali delle banche di credito cooperativo e con le capogruppo dei gruppi bancari per individuare quanto prima i più efficaci canali di coinvolgimento delle 250 banche di credito cooperativo, casse rurali e casse Raiffeisen nel progetto”.

Se è microcredito imprenditoriale il supporto è al 90%, al 100% se è “sociale”. Chi ne potrà usufruire. Una scrematura delle domande avverrà attraverso i centri antiviolenza. I tutor nominati dai centri potranno indirizzare direttamente alle banche.

Edizioni

x