« Torna indietro

Tre ergastoli per l’omicidio brutale del senzatetto a Verona

Tre ergastoli per i criminali che l’anno scorso hanno malmenato e poi dato fuoco a un senzatetto. Quella sera a Villafranca di Verona andò in scena un omicidio orrendo, di una brutalità insensata, che scioccò l’Italia intera. Come hanno poi raccontato ai giudici i tre condannati, a fare esplodere quella rabbia criminale fu soltanto “una sigaretta negata”.

Per questo diniego i tre avevano cominciato a picchiare selvaggiamente il poveretto, ​Vasile Todirean, un rumeno senza fissa dimora, con una violenza inconsueta e soprattutto per un’ora e mezza di seguito. Alla fine della mattanza, i criminali gli hanno dato fuoco con l’accendino e l’hanno lasciato lì. Todirean è morto dopo due mesi e mezzo di agonia. Succedeva alla stazione di Villafranca di Verona ​l’8 luglio dell’anno scorso.

La Corte d’Assise di Verona, presieduta da Sandro Sperandio, ha accolto in pieno le richieste del pm. I due senza fissa dimora Liliano Bosoni, 64 anni e Cristian Tuca, 60 anni, e il villafranchese Eros De Mori, 43 anni, sono stati riconosciuti colpevoli di omicidio pluriaggravato e condannati all’ergastolo. Hanno preannunciato ricorso in appello.

Edizioni

x