« Torna indietro

buoni spesa alimentari

Comune di Genova, al via stamattina la presentazione domande dei buoni spesa

Comune di Genova, al via oggi la presentazione domande dei buoni spesa

Genova – E’ scattata alle 8 di stamattina, giovedì 3 dicembre, la possibilità di richiedere i buoni spesa alimentari per i nuclei familiari di Genova in difficoltà a causa dell’emergenza pandemica.

Comune di Genova: come presentare le domande e quando?

Le domande si dovranno presentare esclusivamente on line entro le 24 di sabato 12 dicembre, ma chi non fosse in grado di compilare la domanda in autonomia potrà avere un supporto telefonico chiamando il numero verde 800 583940 fino all’11 dicembre, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17:30.

Comune di Genova: il valore dei buoni e gli aiuti del governo

Inoltre saranno attivati, come ulteriore supporto, alcuni sportelli, uno per ogni municipio cittadino. Il Comune di Genova ha avuto dal governo 3 milioni e 52 mila euro per questa seconda tranche di aiuti. La presentazione ufficiale del nuovo bando è avvenuta ieri a palazzo Tursi alla presenza del vicesindaco Pietro Piciocchi, del consigliere delegato ai Servizi sociali Mauro Baroni e dell’assessore al Commercio Paola Bordilli.
“Abbiamo pensato che il valore dei buoni dovrà essere di 100 euro ciascuno – ha spiegato il vicesindaco – se poi le domande dovessero superare il plafond faremo come la scorsa primavera, ci rimboccheremo le maniche e troveremo fondi aggiuntivi”. La principale novità di questa nuova distribuzione è legata alla necessità, per i richiedenti, di avere un’attestazione Isee valida uguale o inferiore ai 20 mila euro.

Comune di Genova: distribuzione entro Natale

Il nostro obbiettivo è distribuirli entro Natale, nel weekend tra il 18 e il 20 dicembre“, ha detto il consigliere delegato Baroni. Dagli uffici tecnici precisano: “Non ci sarà un clic day, non sarà necessario affrettarsi per presentare la domanda perché la graduatoria non terrà conto della data di presentazione”. La distribuzione avverrà fisicamente, gli aventi diritti saranno informati con un sms. Chi avrà impedimenti potrà avere un servizio di consegna a domicilio.    

Edizioni

x