« Torna indietro

libri in prestito

libri in prestito

Libri in prestito in bicicletta ai bambini della città, torna “Acchiappalibri”

Libri in prestito per i bambini della città di Lecce, consegnati in bicicletta. “Acchiappalibri”, la prima biblioteca civica kid-friendly della città, riprende il prestito su prenotazione dei volumi presenti in catalogo. Con una novità: i libri in prestito saranno consegnati a casa dei ragazzi dai ciclisti urbani del movimento Lecce Pedala ogni venerdì pomeriggio, e potranno essere restituiti con le stesse modalità oppure in biblioteca su appuntamento. Il servizio è completamente gratuito e per accedervi sarà sufficiente contattare la biblioteca per email (prestitoacchiappalibri@gmail.com), sulla pagina facebook “L’Acchiappalibri”, oppure telefonando al numero 0832 401803 dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19. Tantissime sono inoltre le novità arrivate in questi giorni in biblioteca grazie al contributo all’acquisto del Mibact. Il catalogo, che al momento comprende più di 3000 libri, può essere consultato a questo link: https://acchiappalibri.comune.lecce.it/

Libri in prestito in bicicletta, le parole dell’assessore Cirillo

Questa dei libri in prestito consegnati in bicicletta è un’altra iniziativa importante presa negli ultimi tempi dal Comune di Lecce per stare vicino ai propri cittadini. Esprime soddisfazione nel commentarla l’assessore alla Cultura del Comune di Lecce, Fabiana Cirillo: “Il catalogo dell’Acchiappalibri è cresciuto in questi giorni e non vogliamo che bellissimi e nuovissimi albi, romanzi per ragazzi, fumetti, restino fermi sugli scaffali, ma al contrario vogliamo aprire ad essi le strade della città, favorirne l’accesso e la disponibilità ai nostri ragazzidichiara l’assessore – con questo servizio inoltre, inauguriamo la collaborazione con Leccepedala, che sostiene e incentiva la mobilità sostenibile e che consegnando e prelevando a domicilio i libri in prestito contribuisce a rendere più sostenibile l’attività della biblioteca e manda un bel messaggio ai ragazzi e alla città”. 

Edizioni

x