« Torna indietro

Presentata la terza edizione della “Stella d’oro di via Verdi”

Una raccolta fondi per aiutare un progetto solidale e far crescere il senso di comunità e partecipazione. Anche il mese di dicembre 2020 vedrà a Mestre, per il terzo anno consecutivo, gli esercenti del centro impegnati nell’iniziativa “La Stella d’oro di via Verdi”.

I titolari di attività raccoglieranno donazioni dai loro clienti e, per ogni gesto solidale, appenderanno un pezzo di carta dorato alla grande Stella di Natale che viene sistemata lungo via Verdi. L’obiettivo è coprire l’installazione, di colore rosso, con il maggior numero di biglietti dorati. Alla presentazione dell’iniziativa presenti per l’Amministrazione l’assessore alla Promozione del territorio Paola Mar e l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini. “La Stella d’oro di via Verdi” è organizzata dall’associazione “Via Verdi Viva” con il supporto del Comune di Venezia nell’ambito della rassegna “Le Città in Festa”.

“E’ molto importante – ha affermato l’assessore Mar – essere qui, nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid19, a supportare una iniziativa con una finalità lodevole come la ‘Stella d’oro di Via Verdi’. Continuano ad esserci tante manifestazioni organizzate da esercenti, commercianti, associazioni, che hanno uno scopo solidale. ‘Via Verdi viva’, che ringrazio, è una realtà che da anni ha preso a cuore questa parte di città e, senza proclami, porta avanti tante belle attività. Quando si viene qui si percepisce quell’aria di famiglia che, non a caso, è ciò che con la sua opera cerca di creare Casa Nazareth, scelta dagli organizzatori quale destinataria della raccolta solidale”.

“Ringrazio anch’io l’associazione ‘Via Verdi Viva’, i commercianti e gli esercenti di via Verdi che promuovono l’inziativa e mi congratulo per aver scelto Casa Nazareth come beneficiaria del contributo, perchè è una realtà che fa un lavoro straordinario per la collettività e con la quale da anni collaboriamo”, ha aggiunto Venturini. “E’ molto importante ricreare nelle vie, nei quartieri e nei distretti questo senso di comunità. Fare squadra è essenziale anche per velocizzare il rapporto e la comunicazione con le istituzioni. La ‘Stella d’oro di via Verdi’ è un esempio concreto di questo lavoro comune, oltre ad avere una grande valenza sociale. Come Amministrazione siamo felici di essere al fianco di queste realtà e di provare, anche attraverso le installazioni delle luminarie in piazza in questo periodo, di portare un messaggio positivo e provare ad aiutare la ripartenza”.

Dopo il sostegno al progetto dell’orto per gli ospiti della Casa dell’Ospitalità di Mestre e dopo aver contribuito a sistemare il giardino della Casa Famiglia S. Pio X della Giudecca, devastato dall’acqua alta, quest’anno destinataria del contributo sarà dunque Casa Nazareth: un’opera fondata 30 anni fa da suor Licia Farinelli, religiosa della congregazione delle Figlie di San Giuseppe di don Luigi Caburlotto. All’interno delle ormai cinque Case Nazareth presenti a Marghera, Chirignago e Spinea, i membri dell’associazione “Volontari del Fanciullo” accolgono ogni pomeriggio bambini che vivono situazioni di disagio personale e familiare.

Viste le misure restrittive imposte nel rispetto della normativa anti Covid19, l’organizzazione ha garantito che durante l’esposizione della Stella non ci saranno occasioni di assembramento. I foglietti d’oro, hanno spiegato i promotori, verranno applicati da una persona alla volta e le buste contenenti i foglietti verranno igienizzate a cura dei singoli negozi.

“Oltre alla raccolta fondi – hanno sottolineato – crediamo che sia fondamentale il contributo che ciascun negozio porta nel far conoscere ai propri clienti ed amici i progetti di solidarietà compiendo un’ importante azione di sensibilizzazione. Il gesto simbolico, molto apprezzato, di mettere il foglio d’oro, ha così un significato maggiore perché trasmette l’idea della partecipazione che va ben oltre alla somma raccolta”.

Edizioni

x