« Torna indietro

Tamponi, coronavirus

Gran Bretagna, via al vaccino. Sono i primi a farlo

Inconsapevole, la signora Margaret Keenan è entrata nella Storia per essere stata la prima persona in Gran Bretagna (per l’esattezza erano le 6,30) a ricevere il vaccino di Pfizer-BioNTech anti Covid. Entusiasta, la 90enne irlandese ma residente a Coventry, ha spronato tutto il mondo a farsi l’iniezione: “Fatelo tutti! Se l’ho preso io che ho quest’età, figuriamoci voi!”.

E’ il V-Day nel Regno Unito, il giorno del vaccino: varata l’approvazione sull’utilizzo, che molti hanno definito frettolosa, si è passati ai fatti. La Kennan potrà passare il Natale con la famiglia. Come lei, 400mila persone riceveranno il vaccino, prima negli ospedali e poi, dalle prossime settimane, anche attraverso i medici di base. Le dosi disponibili sono il doppio e ogni persona dovrà farsi il vaccino due volte a distanza di tre settimane.

I prescelti per la prima fase sono gli anziani, i lavoratori e gli ospiti delle case di riposo. In un secondo momento, medici e operatori sanitari. In arrivo nel Regno Unito anche altri forti quantitativi di vaccini: il Governo scommette sul fatto che, grazie a questo e a quelli di Moderna e Oxford, la popolazione inglese possa essere vaccinata tutta entro l’estate prossima.

“È un giorno straordinario nella lotta contro il coronavirus, grazie agli scienziati, a medici e infermieri e a tutti i volontari. Ora possiamo davvero sperare in un futuro migliore” ha dichiarato il premier Boris Johnson.

Edizioni

x