« Torna indietro

Strati della Cultura 2020: edizione online

ntamento nazionale che l’Arci organizza dal 2007 in Emilia-Romagna per confrontare le proprie proposte sulla ‘promozione culturale’ con il mondo delle Istituzioni, della politica, della cultura.

Strati della Cultura è l’appuntamento nazionale che l’Arci organizza dal 2007 in Emilia-Romagna per confrontare le proprie proposte sulla ‘promozione culturale’ con il mondo delle Istituzioni, della politica, della cultura.

Strati della Cultura si terrà interamente on-line e in forma gratuita nelle giornate dell’11 e del 12 Dicembre 2020 e, nonostante l’insolita edizione, mantiene la caratteristica di iniziativa che alterna momenti di dibattito e approfondimento – con tre webinar dedicati a operatori del mondo della cultura e dell’associazionismo – a momenti di spettacolo con la promozione di produzioni culturali originali negli ambiti del  cinema, della musica, del teatro. 

L’edizione 2020, curata da Arci Bologna, cade in un momento di forte crisi del settore culturale e creativo che si trova impegnato a sopravvivere ad una tempesta che ha congelato tutte le attività culturali e ricreative delle Associazioni, delle Istituzioni e delle Imprese Culturali. Ciò nonostante, l’Arci non ha rinunciato ad un momento importante di riflessione collettiva e dal respiro nazionale per interrogarsi sul futuro delle associazioni culturali e ricreative, sul come immaginare “The Day After Tomorrow”. 

Per info su come partecipare agli appuntamenti visitare i siti internet di Arci Nazionale (arci.it) e Arci Bologna (arcibologna.it). 

Il programma

La due giorni prenderà il via venerdì alle 11.00 – diretta sulla pagina Facebook di Arci Bologna – con un tavolo di apertura e confronto sullo stato della cultura al quale parteciperanno Francesca Chiavacci (Presidente Nazionale Arci), Rossella Vigneri (Presidente Arci Bologna), Matteo Lepore (Assessore Cultura Comune di Bologna), Massimo Maisto (Presidente Arci ER), Mauro Felicori (Assessore Cultura Regione Emilia-Romagna), Elly Schlein (Vice presidente Regione Emilia Romagna), Pierluigi Stefania (Presidente Asvis) e Fausto Viviani (Portavoce Forum Terzo Settore ER). 

Il tavolo, inoltre, sarà intervallato da due estratti live dal Mercato Sonato del concerto a fumetti Quando Tutto Diventò Blu, spettacolo tratto dall’omonimo libro di Alessandro Baronciani, prodotto con Corrado Nuccini in collaborazione con Daniele Rossi e le voci di Her Skin e Ilariuni. Il progetto è nato all’interno della residenza artistica al Circolo Arci Fuori Orario di Reggio-Emilia ed è parte del project festival Suner di Arci Emilia-Romagna con il contributo della Legge 2 della Regione Emilia Romagna. 

Nel pomeriggio, alle 15.00, spazio al primo Webinar (iscrizione su Eventbrite) dal titolo L’Europa ci interessa? Focus su Next Generation UE ed Europa Creativa 2021-2027, un seminario rivolto a operatori della cultura e delle istituzioni che approfondirà gli strumenti che l’Unione europea sta perfezionando per uscire dalla crisi post-pandemica. Il seminario sarà introdotto da Carlo Testini (Arci Nazionale) e vedrà la partecipazione di Gabriele Rosana(Policy Director – Culture Action Europe) e di Erminia Sciacchitano (Ufficio di diretta collaborazione del Mibact). 

Alle 17.00 il secondo Webinar (iscrizione su Eventbrite) dal titolo Modelli ibridi nei Comitati Arci: tra Impresa Sociale e Associazioni di Promozione Sociale. Il Seminario sarà introdotto da Massimo Maisto (Presidente Arci ER) e vedrà la partecipazione di Andrea Benini(Presidente Legacoop Estense), Bertram Niessen (Direttore Scientifico di Che Fare) e della società di consulenza sul Terzo Settore Euribia. Il seminario sarà un momento di confronto sui nuovi modelli di associazionismo nati nella rete Arci che presentano forme di ibridazione inedite con imprese e cooperative. 

Spazio al Cinema, invece, con il film Spaccapietre dei fratelli De Serio. Visione gratuita e in streaming sul sito di Ucca – Unione dei Circoli Cinematografici Arci (www.ucca.it) dalle 19 alle 22. 

Alle 22.00 dibattito on-line di approfondimento del film con i registi e con Bobo Roversi(Presidente Nazionale Ucca), Antonio Borrelli (Vice Presidente Ucca) e Stefano Iannillo(Coordinatore del progetto S.I.P.L.A. Sud, “Sistema Integrato di Protezione per i Lavoratori Agricoli’). 

La mattina del 12 si riprenderà alle 10.00 con il terzo e ultimo Weibar (iscrizione su Eventbrite) di questa edizione di Strati della Cultura. Il seminario, dal titolo Strumenti per la co-progettazione con le Pubbliche Amministrazioni” sarà introdotto e moderato da Rossella Vigneri (Presidente Arci Bologna) e vedrà la partecipazione di  Alceste Santuari (Università di Bologna) Chiara Faini (Fondazione Innovazione Urbana), Vincenzo Santoro (Direttore Dip.to Cultura ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani). 

Alle 11.30 prenderà il via, invece, l’assemblea Digital Arci (iscrizione su Eventbrite), un incontro sul futuro digitale dell’associazionismo e dell’Arci. Una riflessione collettiva su opportunità e limiti della rivoluzione digitale in atto per individuare nuove possibilità di sviluppo della progettualità culturale e ricreativa. L’assemblea sarà introdotta e moderata da Federico Borreani – BAM! Strategie Culturali e preceduta dai saluti di Francesca Chiavacci – Presidente Arci Nazionale. Interverranno, tra gli altri, Nicola Borghesi – Kepler-452 (BO), Luca Bosonetto – Arci Torino, Antonio Borrelli – Vice Presidente Ucca – Dirigente Arci Movie Napoli (NA), Andrea Contu – Carbonia Film Festival, Corrado Nuccini – Ferrara Sotto Le Stelle Festival, Angela Sciavilla e Pietro Floridia – Cantieri Meticci (BO), Marco Tarantino – Radio Comunitaria (PA).

L’appuntamento finale di Strati della Cultura si terrà sabato 12 alle 21.30 con lo spettacolo Coprifuoco//Spedizioni notturne per città deserte – una produzione della compagnia bolognese Kepler 452 e di Stagione Agorà in collaborazione con Arci Bologna

La tappa bolognese dello spettacolo vedrà la partecipazione di Lodo Guenzi insieme all’attore/rider Nicola Borghesi. “Coprifuoco” si propone come un’azione performativa urbana originale aperta a più spettatori, che sfrutta lo strumento della trasmissione digitale in remoto – con la piattaforma Zoom – in modo creativo e sorprendente. Lo spettacolo sarà gratuito per le prime cento persone che scriveranno a online@stagioneagora.it specificando nell’oggetto della mail “100 biglietti con Arci”.

Strati della Cultura è un’iniziativa a cura di Arci Bologna, con la collaborazione di Arci Nazionale, all’interno del progetto Polimero promosso e coordinato da Associazione Arci Emilia-Romagna con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

Edizioni

x