« Torna indietro

Altro sbarco nel Salento. 26 migranti a bordo di un veliero soccorsi a largo di Leuca

Altro sbarco nel Salento. Dopo l’arrivo di 73 migranti, tra cui sei minori, nella notte tra sabato 19 e domenica 20 dicembre, un altro veliero è arrivato nelle nostre coste carico di migranti al freddo e al gelo. Questa volta ad essere soccorsi erano in 26 arrivati a largo di Santa Maria di Leuca. Questo nuovo sbarco nel Salento riguarda anche quattro donne e sei minori di cui purtroppo due non accompagnati. Tra i 26 migranti arrivati nella notte si distinguono due diverse nazionalità, quella iraniana e quella irachena. Intercettati ad una quindicina di miglia di distanza dalla costa di Leuca, i migranti sono stati scortati fino al locale porto, dove ad attenderli hanno trovato i volontari della Croce Rossa Italiana, che hanno fornito loro assistenza sanitaria, vestiti e pasti caldi.

Nuovo sbarco nel Salento, arrestato lo scafista

Questo nuovo sbarco nel Salento ha riguardato questi 26 migranti che, stando a quanto ricostruito, sarebbero partiti dalle coste della Turchia cinque giorni fa, prima di essere intercettati al termine di un estenuante e pericoloso viaggio per via della trasversata con un mare mosso. Sembrano essere tutti in buone condizioni, nonostante soprattutto le donne e minori, appena sbarcati, hanno mostrato segni di ipotermia e risultavano fortemente provati. La Guardia di Finanza è riuscita a bloccare l’uomo che è ritenuto lo scafista dell’imbarcazione e quindi il colpevole di quest’altro sbarco nel Salento: si tratta di un cittadino georgiano, che è stato arrestato. I migranti, invece, sono stati trasferiti presso il centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto, per le rituali procedure di identificazione e l’esecuzione dei test per verificare l’eventuale positività al Covid-19. Dall’inizio della pandemia, sulle coste della provincia di Lecce sono approdati quasi un migliaio di migranti.

Edizioni

x