« Torna indietro

svolta

Svolta nelle indagini dei coniugi albanesi uccisi e smembrati: arrestata donna di 36 anni

C’è una svolta nel duplice omicidio di Teuta e Shpetim Pashodei coniugi albanesi rinvenuti smembrati all’interno di quattro valigie in un orto lungo la Fi-Pi-Li nei pressi del carcere di Sollicciano.

I carabinieri hanno eseguito un decreto di fermo del PM a carico di una donna albanese, Elona di 36 anni ex fidanzata del figlio della coppia, Taulant che all’epoca dei fatti era rinchiuso per spaccio di droga a Sollicciano e che adesso si trova in un carcere in Svizzera.

La svolta dopo indagini serrate in Italia e in Albania

I Carabinieri del Comando Provinciale di Firenze stanno dando esecuzione a un Decreto di fermo del PM, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, nei confronti di una pregiudicata 36enne di nazionalità albanese, all’epoca dei fatti convivente con il figlio della coppia dei coniugi uccisi.

Elona è accusata di omicidio, occultamento e vilipendio dei cadaveri dei due coniugi.

La donna è stata arrestata a Firenze.

Edizioni

x