« Torna indietro

Natale con i libri, le proposte di Marlin editore

Romanzi e saggi di Marlin editore: le proposte per il dicembre 2020. La casa editrice di Tommaso e Sante Avagliano, che deve il suo nome al pesce descritto da Hemingway nel classico “Il vecchio e il mare”, propone, con l’acquisto di tre libri di Marlin sul sito www.marlineditore.it, fino al 6 gennaio, lo sconto del 15 % e in omaggio una perla della collana “La camera del fuoco”: “Una strana tribù” di John Hemingway.

Memorie di famiglia

Al centro delle “Memorie di famiglia”, come recita il sottotitolo, i lati oscuri del grande scrittore Ernest Hemingway e i difficili rapporti familiari, in particolare con il figlio Gregory, secondo il punto di vista del nipote del Premio Nobel della Letteratura. «Sin dalla nascita la Marlin propone libri di qualità, puntando sul consolidamento nel tempo di romanzi e saggi, che non smettiamo di promuovere. Abbiamo concentrato la nostra attenzione su storie di grande impatto, frutto di scelte accurate, privilegiando la qualità della scrittura, la ricchezza dei temi e la varietà delle suggestioni, nell’ottica di una narrazione del reale capace di affrontare temi che investono sia il passato sia l’oggi, nella dimensione universale della letteratura e della memorialistica», afferma l’editore Sante Avagliano.

Marlin editore

Tante le proposte. Dall’elegante “Salerno e la sua baia” di Vincenzo Pepe, con testimonianze di viaggiatori e letterati di lingua inglese, testi e immagini, alle esperienze di Silvio Sartori in “Le bandierine della libertà. Diario e lettere dai Lager 1943-45”, senza dimenticare un libro che giorno per giorno sta conquistando sempre più lettori nel segno dell’inclusione e di una riflessione priva di retorica: “Din Don Down!” di Autilia Avagliano, già alla II edizione. In primo piano Alberto, nato con quel cromosoma in più che genera la sindrome di Down. Ma è anche la storia di una giovane donna e del suo impatto con la disabilità inaspettata di un figlio e delle ripercussioni che ne derivano in seno alla famiglia e nel contesto esterno. Gli introiti saranno donati dall’autrice a favore di progetti d’inserimento lavorativo di persone con Sindrome di Down nell’ambito dell’APDD, Associazione Persone con Sindrome di Down e Disabilità intellettiva.

Da non dimenticare il romanzo vittoriano “L’ospite maligno” (collana “I lapilli”, sulla grande narrativa tra Settecento e Novecento), un thriller di un maestro come Joseph Sheridan Le Fanu, e i romanzi della collana “Il portico”, che ha superato i cinquanta titoli:  il personaggio di Flora, sospesa tra la realtà della strada e il sogno di essere come Audrey Hepburn, nell’appassionante “Le solite notti” di Elvira Morena, II edizione; la storia travolgente di un medico vittima di un giudice in delirio d’onnipotenza in “Solo danni collaterali” di Pier Bruno Cosso, II edizione; i romanzi storici, nel solco della tradizione che ha come maestro Umberto Eco nel “Nome della rosa”, “Gli ultimi giorni del comandante Plinio” (tre edizioni) e “Nero saraceno” di Alessandro Luciano; il thriller sociale, tra giornalismo, mafia e mala sanità, scritto da Gianni Bonina: “Un cuore per la signora Chimento”; lo stravolgimento dell’equilibrio familiare a causa della droga, filtrato attraverso la penna sensibile di Vittorio Schiraldi in “Lascia fare al destino”; il viaggio in Amazzonia per cogliere il senso profondo dell’essere madre da parte della protagonista creata da Roberta Trucco in “Il mio nome è Maria Maddalena”, terza edizione, che affronta in chiave di romanzo il tema attuale della maternità surrogata e della riscoperta profonda della natura, fra Oriente e Occidente.

I segreti dello stare in salute animano invece le pagine del medico Vincenzo D. Esposito, nel saggio “L’uomo elettromagnetico”, partendo dalla concezione olistica, e, in attesa della quarta edizione del saggio “La felicità economica” di  Maria Luisa Visione, molti altri libri interessanti si trovano sul sito marlineditore.it: dai romanzi storici “L’americana” di Giuseppe Foscari, sul rivoluzionario cambiamento dei costumi negli anni Sessanta, e “La giovinezza infinita” di Vincenzo Esposito, sul ’68 l’amore e la politica, alla Napoli barocca di Giovanna Mozzillo nel romanzo “Il canto del castrato”, mentre in “Ritorno in Egitto” la storia d’amore trasformata in letteratura, sempre da Mozzillo, è su uno sfondo in bilico tra cristianesimo e paganesimo. E ancora la Napoli del Settecento di Silvia Lo Russo del Linz in “Il segreto di Mirta”, il delitto inquietante narrato da Serenella Adamo in “Il sorriso del vulcano”, la scrittura solida di Domenico Notari con “L’isola di terracotta” (quarta edizione), il perdersi in Africa di Luca Moretti nel romanzo dal titolo simbolico “La bellezza del nulla”, il giallo ambientato a Bari “Delitto vista mare” di Alessandro Florio.

Edizioni

x