« Torna indietro

Papa Bergoglio

Sciatalgia, il Papa non celebrerà messa neanche oggi

Era la sera del 27 marzo quando Papa Francesco, uomo solo sotto la pioggia di piazza San Pietro nell’Italia del lockdown, invocò: “Signore, non lasciarci in balia della tempesta”. E pochi giorni prima, il 15, il Papa aveva percorso in pellegrinaggio una via del Corso deserta per chiedere la grazia al crocifisso della chiesa di San Marcello al Corso. Immagini drammatiche che hanno viaggiato per tutto il pianeta.

Il 2020 è stato un anno terribile e non poteva chiudersi diversamente. “A causa di una dolorosa sciatalgia le celebrazioni di oggi e domani presso l’Altare della Cattedra della Basilica Vaticana non saranno presiedute dal Santo Padre Francesco”. Così il portavoce vaticano Matteo Bruni.

Domani sarà il segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin a celebrare. Papa Francesco “guiderà comunque la recita dell’Angelus dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico, come previsto”. Viaggi internazionali mancati, la strage della pandemia in tutto il mondo, gli scandali dei pedofili, il caso Becciu, è stato un anno da dimenticare anche per la Chiesa.

Edizioni

x