« Torna indietro

Milan sempre più solo. Attese oggi le risposte di Inter e Juve

Il solito Leao e un rigore di Kessie, il Milan allunga sulle pretendenti allo scudetto e aspetta oggi i due big match, uno all’Olimpico di Roma dove i giallorossi affronteranno l’Inter (all’ora di pranzo e si vedranno la tenute mentali di Roma e Inter agli strappi rossoneri) e allo Juventus Stadium di Torino dove i bianconeri affronteranno la rivelazione Sassuolo. Partite non semplici sulle quali il Milan, autore di un gran primo tempo che ha sostanzialmente chiuso la partita, vuole speculare: la sua sino a ora è stata una marcia trionfale, a parte l’infortunio della sconfitta in casa con la Juventus nell’ultimo turno di campionato, ma senza sette titolari.

Nella ripresa il Torino ha stretto un po’ d’assedio il Milan ma non ha trovato il gol che avrebbe riaperto l’incontro. Il Toro è penultimo e ha già capito che questo campionato potrebbe riservare amare sorprese per i granata, anche perché il Genoa ha battuto il Bologna e ha scavalcato i piemontesi. L’Atalanta continua a macinare bel gioco e a segnare splendidi gol con un Ilicic, che dopo la parentesi in cui non ha giocato, è ritornato il fuoriclasse forse più decisivo del campionato italiano.

I bergamaschi si impongono a Benevento per 4-1, hanno vinto quattro partite delle ultime cinque e sono a sei punti dal Milan oltre che qualificati in Champions. Dire che quello di Gasperini non è un miracolo saprebbe d’eresia. “Quando giochiamo così, facciamo dei bei risultati. Abbiamo fatto un gran primo tempo senza subire niente, poi a inizio ripresa abbiamo incassato un gol che poteva cambiare la partita. Ma i giocatori sono stati bravissimi, non si sono scomposti e hanno reagito. Questa è una forza”.

Edizioni

x