« Torna indietro

ROME, ITALY - JANUARY 10: Gianluca Mancini of Roma heads the ball whilst under pressure from Arturo Vidal of Internazionale during the Serie A match between AS Roma and FC Internazionale at Stadio Olimpico on January 10, 2021 in Rome, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Roma e Inter si annullano. La Juve risale. E ora il derby d’Italia

Un pareggio che va bene al Milan. Roma e Inter si annullano con un pareggio che serve a poco, ma con una partita decisamente piacevole. Roma in vantaggio con Pellegrini, Inter che ribalta il risultato con due reti di Skriniar e Hakimi e parità finale con il difensore giallorosso Mancini. L’allenatore della Roma, Fonseca, non riesce a vincere i big match con le dirette concorrenti per puntare a traguardi più ambiziosi: per lui 3 vittorie in 18 partite con le squadre forti.

L’Inter si rammarica di un pareggio che avrebbe potuto essere evitato e anche dei punti di distacco dal Milan, vittorioso sabato con il Torino in casa, che diventano tre. Pochi per non poter riagganciare i rossoneri, ma l’occasione di mettere pressione alla capolista è comunque sfuggita.

La Juve nel frattempo, in attesa del recupero con il Napoli tra le mura domestiche, batte il Sassuolo per 3-1 e si avvicina alla vetta. Primo tempo a reti bianche con solo da annotare l’espulsione di Obiang tra i neroverdi, che risulterà decisiva, e gli infortuni, in casa bianconera, di McKennie e Dybala. Al 50esimo prima rete di Danilo con un tiro da fuori area, pareggio di Defrel per il Sassuolo e chiudono l’incontro (82esimo e recupero) Ramsey e Ronaldo. E nel prossimo turno l’Inter a San Siro, la partita dell’anno. 

La Fiorentina risale con fatica battendo, in una sfida salvezza, il Cagliari con un gol decisivo del serbo Vlahovic, su assist di Callejon. Si respira in casa viola, a differenza che a Torino, sponda granata, Crotone e Parma, che appaiono inguaiate più di quanto dica la classifica. Vittoria di carattere del Napoli a Udine.

Edizioni

x