« Torna indietro

dj

Domiciliari per il padre del Dj Capriati ancora ricoverato

Il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Orazio Rossi ha disposto la misura dei domiciliari per il 61enne Pietro Capriati, incensurato (difeso dall’avv. Giuseppe Foglia), che ha trascorso il weekend nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, in seguito all’arresto operato dalla Polizia di Stato.

Capriati, nella notte tra venerdì e sabato ha accoltellato nell’abitazione di famiglia, il figlio di 33 anni Giuseppe, in arte “Joseph” Capriati, dj di musica techno e house di livello internazionale, tuttora ricoverato all’ospedale del capoluogo in condizioni gravi ma in miglioramento.

Arresti domiciliari, quindi, in una località abruzzese per il 61enne Pietro Capriati, l’ex poliziotto della Penitenziaria

L’uomo ha risposto alle domande del Gip circa la dinamica della lite degenerata nell’accoltellamento; è apparso inoltre devastato da quanto accaduto, e soprattutto molto preoccupato delle condizioni del figlio.

Una vicenda che ha sconvolto tutti ma che sicuramente tutti senza fiato.

Arrivano intanto, per il dj Casertano, ancora ricoverato, il sostegno del primo cittadino di Caserta Carlo Marino e del suo predecessore Pio Del Gaudio.

Sicuramente nessuno è rimasto indifferente a quanto accaduto lo scorso weekend, una vicenda che lascia, come ovvio che sia, non pochi interrogativi.

Edizioni

x