« Torna indietro

Natale a Viterbo: i numeri dei tre concerti via streaming dal teatro Unione

Natale a Viterbo: i numeri dei tre concerti via streaming dal teatro Unione

Natale a Viterbo, 114.827 visualizzazioni totali, 401.614 persone raggiunte. Questi i numeri complessivi registrati in occasione dei tre concerti promossi dal Comune di Viterbo, tenuti al Teatro dell’Unione, organizzati in collaborazione con Atcl, fruibili via streaming sui canali social del Comune (canale youtube e pagina facebook Visit Viterbo). Nello specifico, parliamo del concerto gospel dell’8 dicembre alle 21 della World Spirit Orchestra, il concerto di Natale del 23 dicembre alle ore 21, proposto dall’associazione XXI Secolo, con la partecipazione straordinaria di Antonella Ruggiero, la direzione artistica del maestro Fabrizio Bastianini, l’esibizione dell’Ensemble Vocale “Il Contrappunto”, accompagnati dall’Orchestra Sinfonica EtruriÆnsemble, e il concerto di Capodanno, il 1 gennaio alle ore 11 e 30, proposto dall’Orchestra Europa Musica, dal Maestro Sergio La Stella, dalla soprano Paola Di Gregorio e dal tenore Gianluca Zampieri. “Un modo diverso di vivere gli eventi festivi, in particolar modo i tre concerti che maggiormente richiamano il Natale – ha sottolineato il sindaco Giovanni Maria Arena – La tecnologia ha permesso di poter garantire comunque tutti gli eventi. E il pubblico ha mostrato tutto il suo interesse. Un consenso espresso attraverso condivisioni, commenti, like, anziché applausi o richieste di bis. Non è la stessa cosa, siamo tutti d’accordo su questo. Anche per gli stessi artisti che si sono dovuti esibire di fronte a un teatro dell’Unione vuoto. Io credo che in un momento come questo, contraddistinto da misure restrittive, chiusure e quant’altro, sia stato davvero importante offrire e garantire al pubblico quegli appuntamenti che fanno parte della tradizione viterbese e delle festività di Natale”.

Natale a Viterbo: tutti i dati

A illustrare i numeri registrati è l’assessore alla cultura e al turismo Marco De Carolis, che, dati alla mano, spiega: “Il concerto di Natale del 23 dicembre è stato l’evento che ha raggiunto un maggior numero di visualizzazioni, 47.706 per facebook e 1.151 per youtube. Il concerto dell’Immacolata ha invece registrato 37.191 visualizzazioni su facebook e 787 sul canale youtube. Il concerto di Capodanno ha avuto 27.115 visualizzazioni sulla pagina facebook e 877 su youtube. A raggiungere più persone, 152.897, è stato invece il concerto gospel (108 condivisione), seguito dal concerto di Natale con 132.221 persone raggiunte (241 condivisioni), mentre il concerto di Capodanno ne ha raggiunte 116.496 (102 condivisioni). Numeri che sono andati davvero oltre le più rosee previsioni – ha aggiunto l’assessore De Carolis – considerando la diversa modalità con cui gli stessi eventi sono stati trasmessi. Questo conferma che il pubblico ha voglia di seguire gli eventi, di viverli. Indipendentemente dalla modalità. Gli eventi di questo Natale li abbiamo proposti via streaming, una validissima alternativa che ha consentito a un vasto pubblico di poter godere comunque di un’atmosfera natalizia e apprezzare il grande talento dei tanti artisti che si sono esibiti sul palco del nostro bellissimo teatro dell’Unione. Voglio ringraziare inoltre tutti gli organi di informazione che hanno rilanciato e condiviso sui propri canali tutti i nostri eventi, in particolar modo Tele Lazio Nord, che ha permesso a molte persone di poter seguire i concerti direttamente da uno schermo televisivo“. Un commento sui risultati conseguiti anche da parte di Luca Fornari, amministratore delegato Atcl: “I risultati ottenuti con questi tre appuntamenti in streaming dal teatro dell’Unione sono stati davvero straordinari. Il Comune di Viterbo e AtclL hanno comunque voluto garantire al pubblico tre eventi ormai consolidati da anni nell’ambito delle festività natalizie. Questo ha consentito di mantenere vivo quel filo che tiene uniti teatro e spettatori, nonostante le disposizioni anti-Covid, che in questo periodo non consentono la presenza del pubblico. Un segnale che ci porta a pensare e ipotizzare altre occasioni, altri eventi che continuino ad alimentare questo bellissimo rapporto tra spettatori e teatro”.

Edizioni

x