« Torna indietro

“Educare in Comune”: la municipalità dell’Aquila partecipa al bando per della presidenza del Consiglio dei ministri

Il Comune dell’Aquila, attraverso il settore Aq progetti speciali e per la rinascita, partecipa all’avviso pubblico “Educare in Comune”, promosso dal dipartimento per le Politiche della famiglia della presidenza del Consiglio dei ministri, nell’area tematica Cultura, arte e ambiente.
Al fine di individuare possibili partner privati con i quali concorrere è stato pubblicato sul sito istituzionale dell’ente una manifestazione di interesse, aperta a soggetti specifici in ambito educativo e culturale, che abbiano maturato in tale ambito almeno tre anni di esperienza. Le candidature dovranno pervenire esclusivamente a mezzo Pec all’indirizzo aqprogettispeciali@comune.laquila.postecert.it, entro e non oltre lunedì 25 gennaio. Nell’oggetto della Pec dovrà essere indicato l’oggetto: Avviso pubblico “EDUCARE IN COMUNE”.
Per essere ammissibile la candidatura dovrà contenere il modello di candidatura (modello A) e il modello relativo ai requisiti e alle esperienze (modello B), firmati digitalmente dal legale rappresentante del soggetto proponente, lo statuto e l’atto costitutivo dello stesso. Le candidature potranno, in modo facoltativo, proporre delle azioni di intervento.
Inoltre, allo scopo di poter avere un quadro aggiornato sulla situazione delle famiglie nel nostro territorio, il Comune invita tutti i genitori con figli minori e tutti i bambini e adolescenti alla compilazione di un breve questionario on line. Ecco il questionario per i genitori e quello per i ragazzi.
“Il bando – ha dichiarato il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi – individua i temi della cultura e dell’ambiente quali indispensabili per il corretto sviluppo della vita culturale, sociale e cognitiva dei bambini e degli adolescenti. La mancanza di stimoli alla fruizione delle attività culturali è, infatti, un indice di povertà educativa. Le iniziative aventi ad oggetto questa area tematica favoriscono la fruizione, regolare e attiva, della bellezza, del patrimonio materiale e immateriale e del territorio, con un’offerta di iniziative educative e ludiche di qualità che spaziano dalle biblioteche ai musei, dai teatri ai monumenti, dai cinema ai siti archeologici e che prevedono modalità di fruizione innovative che sperimentano nuove e diversificati linguaggi di comunicazione artistica. Invitiamo quindi tutti a partecipare anche ai relativi questionari, aiutandoci così nell’individuazione di azioni specifiche e mirate per migliorare la nostra città e i suoi servizi”.
La manifestazione di interesse con la relativa modulistica sono pubblicati sul sito, area “Amministrazione trasparente”, raggiungibile a questo link.

Edizioni

x