« Torna indietro

Bolzano, coppia scomparsa: vicini alla soluzione del giallo. Sangue nell’auto?

Forse siamo alle battute finali. Oggi gli accertamenti del Ris sull’appartamento in via Castel Roncolo, nel quale vivevano i coniugi Peter Neumair 63 anni, e Laura Perselli, 68, scomparsi da lunedì 4 gennaio. E’ di ieri la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati del figlio della coppia Benno per omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Il trentenne, appassionato di fitness e insegnante di matematica (ma emerso in queste ore che alcuni genitori, in quella scuola privata, non lo volevano), si è sempre dichiarato estraneo alla vicenda. Ha ricostruito agli inquirenti cos’è successo quel giorno: Laura che rientra a casa in bici dopo la visita alla madre, la chiacchierata con lei alle 18,30, il viaggio per incontrare un’amica in Bassa Atesina con la quale rimane fino alla mattina alle 5. Alle 6 di nuovo a casa avrebbe portato fuori il cane, senza aprire la porta della camera dei genitori “per non svegliarli”. E i genitori dopo le 18,30 avrebbero forse fatto una passeggiata fuori, con quel freddo. Dalle 21 di quella sera i loro cellulari sono spenti.

Questa la versione. Ma se i genitori non fossero mai usciti da quella casa? Secondo quanto rivela l‘Alto Adige, sia nella Volvo rossa di famiglia che sul ponte di Viadena sarebbero state rinvenute nelle ultime ore tracce di sangue. I pm Igor Secco e Federica Iovene potrebbero avere la soluzione del giallo a portata di mano. Un’aggressione alla coppia durante una passeggiata o essere finiti sotto la frana che si è portata via l’hotel Eberle, sempre a Bolzano, il giorno dopo, non sono piste ritenute verosimili.

Edizioni

x