« Torna indietro

Domani mattina il Coordinamento con le Segreterie Nazionali, Regionali e Provinciali di Fim-Fiom-Uilm

Come annunciato si terrà domani mattina il Coordinamento con le Segreterie Nazionali, Regionali e Provinciali di Fim-Fiom-Uilm, con la presenza dei Coordinatori Rsu Jsw Steel Italy, per un confronto in vista dell’approssimarsi del termine ultimo fissato dal Ministero dello Sviluppo Economico alla Proprietà Jindal per la presentazione di un piano complessivo che preveda la realizzazione a Piombino di un’Acciaieria Elettrica con relativi investimenti previsti sui tre treni di laminazione e per permettere l’ingresso dello Stato Italiano nel capitale sociale.


Nel pomeriggio di domani si terrà un Consiglio di Fabbrica delle Rsu Jsw Steel Italy, Piombino Logistics e Gsi con le Segreterie Provinciali Fim-Fiom-Uilm e le Segreterie Cgil-Cisl-Uil per un ulteriore confronto e la valutazione di un percorso che coinvolga le Istituzioni Regionali e Comunali, compresi i massimi livelli della Politica Nazionale.

Veniamo da anni in cui si sono susseguiti Accordi di Programma e vari Progetti industriali finalizzati allo sviluppo economico e sociale del Territorio, ma l’emergenza sanitaria ha creato ulteriori opportunità che permettono l’ingresso dello Stato nel capitale sociale delle aziende siderurgiche e la possibilità dell’utilizzo delle risorse del Recovery Fund devono essere sfruttate al massimo affinchè un’Area di Crisi Complessa come la nostra abbia le risposte che merita per arrivare a realizzare, con il supporto di tutti i Soggetti coinvolti, un Progetto Complessivo per il rilancio del Polo Siderurgico Industriale Piombinese e del Polo Logistico Portuale Piombinese, con affiancate le non più rinviabili opere di bonifiche e smantellamenti.

Non si deve perdere questa che probabilmente sarà l’ultima opportunità per salvaguardare l’economia dell’intero Comprensorio e tutelare le migliaia di lavoratori con le relative famiglie coinvolte e tutti insieme dobbiamo assumerci Oggi le proprie responsabilità per costruire il prossimo Futuro.


Siamo consapevoli che la sfida che abbiamo davanti è complessa e che serviranno ancora anni di ammortizzatori sociali per una vera ripresa, ma l’obiettivo di ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ Fim-Fiom-Uilm e di tutti deve essere la salvaguardia del Lavoro che è un diritto sancito dalla Costituzione ed è l’unica cosa che chiedono i lavoratori dalla fatidica data del 24 Aprile 2014 in cui fu fermato l’Altoforno del primo storico stabilimento siderurgico italiano.

FIM-FIOM-UILM PROVINCIALI

Edizioni

x