« Torna indietro

casi

Medical workers prepare to use a swab to administer a coronavirus test at a drive-through center on March 21 in Jericho, N.Y.

Civitanova, per gli studenti tampone gratuito nel weekend. Dove farlo

“A scuola ogni giorno ci sono molti esami da superare, ma in questo momento quello più importante a cui sottoporsi subito è il test antigenico rapido per ritornare in classe in sicurezza ed evitare che il Covid entri negli istituti Superiori”. Il sindaco con queste parole ha lanciato un appello ai più giovani, che lunedì potranno riprendere le lezioni in presenza e lo potranno fare in sicurezza sottoponendosi ad un test gratuito.

Fabrizio Ciarapica, infatti, recepita l’ordinanza emessa dal Governatore della Regione Marche di riaprire le scuole superiori lunedì, ha avviato la macchina organizzativa comunale con l’obiettivo di promuovere un sistema di screening con test antigenici rapidi, gratuiti e facoltativi in favore di alunni, docenti e di tutto il personale scolastico delle superiori.

“L’Amministrazione comunale – ha spiegato Ciarapica – vuole dare il proprio contributo alla riapertura delle scuole in sicurezza, avviando questa campagna per prevenire i contagi. Dopo gli over 65, raggiungiamo domani studenti ed operatori della scuola in vista della riapertura”.

Fino a domenica pertanto, il presidio sanitario in modalità drive-in allestito nell’area antistante lo stadio dalla clinica Villa Pini, già in convenzione con il Comune nella prima fase dei tamponi gratuiti somministrati agli over 65, sarà a disposizione degli istituti Superiori del territorio comunale, dalle 8 alle 18 (orario continuato).

Il test è basato sul tampone rapido ed in caso di positività ci si dovrà sottoporre al quello molecolare, allertata la Asl di riferimento.

“Mi rivolgo ai ragazzi: sottoporsi al tampone è facoltativo, ma indispensabile. La mia raccomandazione, oltre all’utilizzo delle mascherine e al distanziamento, è di sottoporsi allo screening per proseguire in sicurezza l’anno scolastico. Dobbiamo scongiurare una riesplosione del contagio, che porterebbe a chiudere nuovamente le scuole. Se lo possiamo fare, facciamolo!”.

Possono aderire anche coloro che risiedono in altri Comuni, purché siano iscritti o lavorino nelle scuole di Civitanova. Il Comune sta inviando le informazioni ai dirigenti scolastici, che si occuperanno di raggiungere tutti gli interessati e fornire loro le indicazioni necessarie. 

Edizioni

x