« Torna indietro

calcio e covid

Calcio, sempre più debiti. Ma c’è l’interesse di Amazon

Il calcio senza pubblico è davvero un’altra cosa e infatti le perdite sono consistenti. A fronte di un campionato che continua a regalarci emozioni ogni settimana, con una lotta al vertice di grande spessore (Inter, Milan e Juventus su tutte a contendersi il titolo, ma occhio all’Atalanta) e un appassionante bagarre in coda alla classifica, con blasonate come il Torino e il Genoa implicate nella lotta per non retrocedere, ci sono prospettive preoccupanti perché le magliette non si vendono, gli abbonamenti non ci sono e gli sponsor latitano.

L’amministratore delegato della Lega Calcio di serie A, Luigi De Siervo, appena riconfermato nel suo ruolo, ha detto al proposito: “Ci abbiamo già rimesso 700 milioni, ma se non dovessero tornare gli spettatori entro fine stagione avremmo un danno da oltre un 1 miliardo e duecento milioni. Un blocco allo sviluppo di tutto il sistema calcio”.

C’è insomma il rischio che salti in aria tutto il sistema e intanto i club, anche quelli più importanti, si indebitano. Adesso c’è anche l’interesse di Amazon sul campionato nostro che forse potrà fornire una boccata d’ossigeno. “Su Amazon siamo combattuti. Il nostro obbiettivo è massimizzare da un lato e di avere tutte le partite su un’unica piattaforma per non costringere il tifoso ad inseguire le partite… Potremo sapere le loro vere intenzioni quando apriremo le buste” ha concluso De Siervo. 

Edizioni

x