« Torna indietro

PRIMO GIORNO DI APERTURA PER IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI PIOMBINO

PRIMO GIORNO DI APERTURA PER IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI PIOMBINO

Il Museo archeologico di Piombino riapre all’insegna della partecipazione: fin dalle primissime ore si è registrato un buon flusso di pubblico, residenti e visitatori provenienti dalla Regione, da Firenze e Grosseto in particolare.

Il Sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, ha voluto essere presente e vedere il blocco di armi etrusche proveniente dagli scavi del Fontino di Baratti (condotti da Andrea Camilli della Soprintendenza con il supporto del trust Sostratos), esposto da oggi nelle sale del Museo, tra gli ultimi importanti reperti di straordinario valore storico-archeologico entrati nella Collezione permanente del museo cittadino.

I visitatori sono stati accolti e, per questa prima giornata, accompagnati nelle sale da Marta Coccoluto; all’interesse per gli straordinari reperti esposti – l’anfora d’argento di Baratti su tutti, insieme al Mosaico dei Pesci, al pavimento di marmo da Populonia, al tesoretto di monete romane di
Rimigliano – si sono unite la curiosità per le iniziative prossime su cui la Direzione del Museo sta lavorando e la speranza di un’attesa breve per una riapertura a pieno servizio, quando le norme lo consentiranno.

Il Museo archeologico resterà aperto mercoledì, giovedì e venerdì dalle 10:30 alle 16:30 nelle settimane in cui la Toscana è in fascia gialla, nel pieno rispetto di quanto disciplinato dal DPCM. Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare l’Ufficio Parchi dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 15.00.

Info: www.parchivaldicornia.it – tel. 0565 226445

Edizioni

x