« Torna indietro

“Vi porto via con me”: uccide a Carmagnola (Torino) moglie e figlio, la donna era di Roccacasale (L’Aquila)

Uccide moglie e figlio. In un biglietto scrive: “Vi porto via con me”. E’ avvenuto in un’abitazione di Carmagnola (Torino), dove i Carabinieri hanno arrestato un italiano di 39 anni. La donna era originaria di Roccacasale, nell’Aquilano: nella Valle Peligna. Teodora Casasanta, questo il suo nome, era operatrice sanitaria e nipote del vice sindaco. Il bambino aveva cinque anni. Subito dopo il gesto, ingiustificato nella sua gravità, l’uomo ha tentato il suicidio: si è lanciato dal balcone di casa, intorno alle 3 della notte di giovedì, dopo aver tentato di tagliarsi le vene dei polsi. Si è procurato la frattura di una vertebra, oltre a sterno e caviglia. Avrebbe anche ingerito un liquido. E’ ricoverato al Cto di Torino. Si è reso conto troppo tardi di quanto gravi erano stati i suoi gesti: non si torna indietro. La prognosi che lo riguarda è di 60 giorni. L’azione omicida è stata attuata dopo una lite familiare. Nel foglio che ha lasciato, l’uomo si dice deluso per il rapporto di coppia e dichiara tutto il suo attaccamento per le due vittime. Alexandro e Teodora tornavano spesso a Roccasale, dove si erano sposati nel 2014. 

Edizioni

x