« Torna indietro

Da domani Italia quasi tutta gialla. Umbria, Sicilia, Puglia, Sardegna e Alto Adige rimangono arancioni

Da domani tutta Italia è gialla tranne Umbria, Sicilia, Puglia, Sardegna e Alto Adige che saranno arancioni. Nella maggior parte delle Regioni dunque ci si potrà spostare dalle 5 alle 22 e solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute se si va in altre Regioni. Visite ai parenti o amici consentito una volta al giorno, massimo due persone (più minori o disabili), all’interno della propria Regione.

Riaprono i bar e i ristoranti dalle 5 alle 18, che continueranno nell’attività anche di asporto (possibile anche dalle 18 alle 22, solo vendita esterna). Chiusi i centri commerciali nei weekend, tranne farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. Musei aperti dal lunedì al venerdì. Niente palestre, piscine, centri benessere e centri termali, a parte per la riabilitazione o con finalità terapeutiche.

Per le cinque Regioni arancioni  spostamenti solo all’interno del proprio Comune dalle 5 alle 22, con possibilità di una visita al giorno a parenti e amici sempre nello stesso territorio. Comuni fino a 5mila abitanti: spostamenti consentiti in un raggio di 30 chilometri. È possibile spostarsi in altri Comuni per lavoro, salute o necessità o per servizi non presenti nel proprio.

Coprifuoco dalle 22 alle 5 e necessaria ancora l’autocertificazione. Scuole: alle superiori 50% in presenza, università aperte o chiuse su autonoma decisione dei rettori. Trasporti al 50% della capienza. Bar e ristoranti chiusi, a parte l’asporto: dalle 5 alle 18 per tutti i locali, dalle 18 alle 22 solo per i locali con cucina. Non si possono consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5. Riaprono però i negozi. 

Edizioni

x