« Torna indietro

Polizia

POLIZIA DI STATO: cittadino italiano arrestato dalle volanti per tentato furto

Alle ore 03.00 di ieri notte, durante un normale servizio di prevenzione e controllo del territorio  in via Galilei , direzione via Palestro, all’altezza dell’Istituto scolastico,  personale della squadra dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, udivano diversi boati e notavano nel contempo un’autovettura Polo di colore nero , regolarmente parcheggiata , all’interno della quale si trovava seduta una persona nel lato passeggero,  ed un’altra , robusta, con cappuccio nero, al di fuori dell’auto che colpiva ripetutamente con un martello in acciaio  il vetro laterale  della saracinesca di un’attività commerciale  KEBAB ZAZA Group, ubicata appunto in questa  via Palestro nr. 9.

I poliziotti parcheggiavano la propria auto giusto per impedire ogni tentativo di fuga, sia vicinavano ma  la persona al di fuori dell’auto riusciva a scappare e guadagnare la fuga, mentre colui seduto in auto veniva fermato ed identificato per  C. S.  cl. 96,  senza precedenti di Polizia.

Sottoposto a perquisizione personale e del veicolo, le stesse davano esito negativo. L’auto di proprietà del padre dell’arrestato veniva sequestrata, come pure il martello utilizzato  poco prima per il danneggiamento.

Avvisato il PM di turno, lo stesso disponeva l’ associazione dell’arrestato presso la propria abitazione.

Nel tardo pomeriggio di ieri invece,   veniva richiesto il nostro intervento  in questa piazza san marco ove un cittadino rumeno dell’80 riferiva di aver subito  poco prima delle 19.30 una rapina .

Sul posto si appurava che il cittadino, una volta giunto sul posto con un taxi, si avvicinava ad un cittadino secondo lui di nazionalità russa e per futili motivi iniziava una lite verbale con lo stesso. 

Quest’ultimo, il russo ,si trovava al fianco  di due conducenti di due autovetture li parcheggiate   con i quali parlava.

Dopo il diverbio la persona si allontanava ed una volta voltatosi veniva colpita alla testa  e vedeva le due auto allontanarsi con a bordo i 3 soggetti direzione via Filzi. Una volta ripresosi il malcapitato si accorgeva dell’ammanco del proprio portafoglio  con 400 euro. Il signore rifiutava le cure mediche e forniva una parziale descrizione dei soggetti

 Il portavoce della questura

x