« Torna indietro

Tianwen-1: anche la Cina sbarca su Marte

La sonda Perseverance cerca la vita: ieri sera il rover è atterrato su Marte

Dopo un viaggio di sette mesi, il rover della Nasa “Perseverance” è atterrato con successo su Marte e ha inviato la sua prima immagine della superfice del pianeta rosso, aprendo una nuova epoca nella storia dell’esplorazione spaziale: erano le ore 21:55 in Italia.

Scopo della missione è trovare conferme a quanto le due precedenti missioni marziane dell’agenzia Usa, Curiosity e Opportunity, avevano suggerito: miliardi di anni fa Marte era un pianeta umido e con condizioni potenzialmente adatte alla vita.

Per questo come destinazione del rover, dopo l’atterraggio più difficile mai tentato sul suolo del pianeta, è stato scelto il cratere Jezero, che gli scienziati ritengono fosse stato un lago in un remoto passato.

La Nasa 9 ore fa scriveva su Twitter: “Dopo 203 giorni e 300 milioni di miglia, il nostro @NASAPersevere è atterrato su Marte alle ore 15:55. Est (Eastern Standard Time, fuso orario della costa atlantica del Nord America, ndr) il 18 febbraio. Dopo aver passato un po ‘di tempo a controllare i suoi sistemi, viaggerà attraverso il Pianeta Rosso, alla ricerca di segni dell’antica vita marziana”.

In inglese, suona così. “After 203 days and 300 million miles, our @NASAPersevere landed on Mars at 3:55 p.m. EST on Feb. 18. After spending some time checking out its systems, it’ll be rolling across the Red Planet, looking for signs of ancient Martian life” (fonte: Agi, Twitter)

Edizioni

x