« Torna indietro

Emergenza Covid, acquisto di strumentazione tecnologica per la Dad: on line il bando per la concessione dei contributi

Il Tar riapre la scuola, sospesa l’ordinanza di Emiliano

Apre, chiude, riapre, richiude, riapre ancora. Sono davvero tempi incerti e complicati, lo sappiamo, ma da oggi il Tar riapre la scuola in Puglia e lo fa in barba all’ordinanza di Emiliano, che aveva imposto la didattica a distanza fino al 5 marzo, definendola contraddittoria. Da domani, mercoledì 24 febbraio, quindi, scuole di nuovo aperte in Puglia. Niente Dad al 100% disposta dal Presidente della Regione, Michele Emiliano, che è durata appena due giorni. Il Tar di Lecce ha infatti accolto la domanda cautelare di sospensione dell’ordinanza n.56 del 20 febbraio 2021 emanata dal presidente della Regione Puglia.

Il Tar riapre la scuola in Puglia, accolto il ricorso

situazione

Il ricorso è stato presentato dal Coordinamento nazionale degli insegnanti specializzati, dall’Associazione difesa dei diritti e dall’Associazione Europea ed Extraeuropea operatori specializzati. Tornano vigenti, dunque, le norme nazionali del Dpcm in vigore nelle zone gialle, che prevedono la didattica in presenza al 100 per cento nelle scuole elementari e medie e al 50 percento nelle scuole superiori. L’associazione dei consumatori aveva già impugnato presso il tribunale amministrativo l’ordinanza di chiusura delle scuole emessa da Emiliano lo scorso 28 ottobre. Il Tar riapre la scuola in Puglia, quindi, nonostante le dichiarazioni rilasciate appena qualche ora fa dall’assessore alla Salute, Pierluigi Lopalco che auspicava la Dad fino ad inizio primavera.

Edizioni

x