« Torna indietro

“Napoli ti vomita”, gli agenti rimuovono il trono di cartone “dedicato” a re Vittorio Emanuele II

Il trono di cartone era stato collocato in prossimità della statua forse in occasione del 13 febbraio, giorno della caduta di Gaeta.

Sotto la statua di Vittorio Emanuele II, l’ultima nicchia del Palazzo Reale di Napoli, era comparso uno strano oggetto qualche giorno fa. Si trattava di un trono di cartone, dalle fattezze simili ad un wc, su cui campeggiava la scritta: “Napoli ti vomita”.

Nella giornata di ieri gli agenti della Polizia Municipale hanno provveduto a rimuovere lo strano oggetto di cartone. Si presume che sia stato collocato lo scorso 13 febbraio, giorno ricordato per il cosiddetto assedio di Gaeta nel 1861.

Gaeta rappresentava uno degli ultimi baluardi del Regno delle Due Sicilie contro l’avanzata della Regia Armata Sarda e, dopo la sua caduta, fu proclamata l’Unità del Regno di Italia. In quell’occasione morirono circa 4.000 persone ed il re Francesco II di Borbone fu sconfitto.

La collocazione del trono di cartone è forse da attribuire a uno dei tanti movimenti di revisionismo storico presenti in città, secondo i quali l’Unità d’Italia è stata solo un pretesto per depredare il ricco Sud ed assoggettarlo al Nord.

Ancora oggi molti napoletani mal digeriscono l’intitolazione di piazze e vie di Napoli a personaggi storici che hanno contribuito all’Unità d’Italia, come Garibaldi e Cavour, preferendo invece figure intrise di napoletanità come Troisi, Totò ed Eduardo De Filippo.

Edizioni

x