« Torna indietro

A1

Catania, rubano autocarri a Messina ma vengono presi al casello di San Gregorio, uno dei complici riesce a fuggire

Nella mattinata odierna, personale delle Volanti ha tratto in arresto per il reato di furto aggravato in concorso, con un soggetto rimasto ignoto, il catanese C.C.G., classe 1989

Nella mattinata odierna, personale delle Volanti ha tratto in arresto per il reato di furto aggravato in concorso, con un soggetto rimasto ignoto, il catanese C.C.G., classe 1989.

Nello specifico, la Sala Operativa veniva notiziata dal proprietario di una ditta che si occupa di raccolta di rifiuti speciali che alle ore 5 circa due furgoni, di cui forniva modello e targa, erano stati rubati a Messina e, che grazie al localizzatore installato su di essi, riusciva a visualizzare la loro posizione in tempo reale.

I malfattori si stavano dirigendo verso Catania utilizzando l’autostrada A18 a velocità sostenuta.

Pertanto, la Sala Operativa coordinava l’intervento immediato di più equipaggi  che attendevano l’arrivo dei due mezzi al casello di San Gregorio. Lì sulla base delle indicazioni ricevute li intercettavano alle ore 5,50 circa.

Alla vista delle Volanti il conducente di uno dei furgoni abbandonava l’abitacolo per fuggire appiedato dapprima correndo in autostrada in direzione contraria al senso di marcia e subito dopo scavalcando le barriere per nascondersi tra la fitta vegetazione delle campagne, facendo così perdere le proprie tracce.

Invece, il conducente dell’altro mezzo veniva bloccato e accompagnato in Questura dagli agenti delle Volanti.

Si appurava che entrambi i furgoni presentavano i cilindretti scardinati ed erano stati messi in moto utilizzando chiavi adulterine.

Dopo la formalizzazione della denuncia da parte della vittima, il malvivente veniva tratto in arresto e, su disposizione del PM di turno immediatamente liberato.

Edizioni

x