« Torna indietro

Terremoto 2016/17, Pezzopane: "molte cose nuove nel Milleproroghe"

Terremoto 2016/17, Pezzopane: “molte cose nuove nel Milleproroghe”

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa della deputata Stefania Pezzopane, che ha riportato dettagliatamente le tante iniziative contenute nel Milleproroghe appena approvato in Parlamento, riguardanti le aree terremotate del 2016/17. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il consigliere Pierpaolo Pietrucci e la sindaca di Cagnano Amiterno Iside Di Martino. “Ogni volta che vado in quei territori, che incontro e parlo con i sindaci, mi si stringe il cuore. Abbiamo fatto tanto e con i sindaci, Pierpaolo in Regione, con il Governo Conte abbiamo davvero fatto tanto. In particolare in questo ultimo anno abbiamo approvato norme fondamentali per la semplificazione ed il rifinanziamento della ricostruzione. Dobbiamo impegnarci al massimo, ci sono ritardi e difficoltà, che con energia stiamo rimuovendo. Ringrazio la sindaca Iside Di Martino e tutti i suoi colleghi dell’Alta Valle dell’Aterno, impegnati in un territorio che è doppio cratere, come parte del Gran Sasso teramano, colpiti sia nel 2009, sia nel 2016/17. Con gli emendamenti approvati, si esentano le attività produttive per l’anno 2021 dal canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e dal canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate (Tosai, Cosap…). Sono inoltre prorogate al 31 dicembre 2021 le esenzioni previste per determinate utenze (energia elettrica, acqua e gas, assicurazioni e telefonia) localizzate nelle “zone rosse” all’interno delle località colpite dai sismi iniziati nel 2016, le cosiddette bollette per le quali ci siamo battuti anche con Pierpaolo verso Enel ed Arera. Abbiamo previsto il differimento al 31 dicembre 2021 dei termini (scaduti il 31 dicembre 2020) entro i quali, nei territori dell’Italia centrale colpiti dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016, è possibile utilizzare le procedure derogatorie previste per il deposito temporaneo delle macerie derivanti da tali eventi sismici e dei rifiuti derivanti dagli interventi di ricostruzione, nonché per il trattamento e il deposito dei materiali da scavo provenienti dai cantieri allestiti per la realizzazione di strutture abitative di emergenza o altre opere provvisionali connesse all’emergenza in corso nei territori in questione. Un’altra norma importantissima ed innovativa è l’affidamento diretto di lavori, servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, per importi inferiori a 150.000 euro, in deroga alle norme del Codice dei contratti pubblici, fino al completamento delle previste attività di ricostruzione. Prorogate per tutto il 2021 le agevolazioni, anche di natura tariffaria a favore dei titolari delle utenze di energia elettrica, acqua e gas, assicurazioni e telefonia relative a immobili inagibili in seguito agli eventi sismici.
Per gli anni 2021 e 2022 abbiamo voluto escludere gli immobili e i fabbricati di proprietà distrutti o inagibili in seguito a calamità naturali dal calcolo del patrimonio immobiliare ai fini dell’accertamento dell’indicatore della situazione patrimoniale (Isee). Per il doppio cratere dell’Alta Valle dell’Aterno e il Gran Sasso Teramano una norma specifica è fondamentale: si incrementano di 180 milioni di euro le risorse destinate all’erogazione dei contributi per interventi su edifici danneggiati dagli eventi sismici in questione e già interessati da precedenti eventi sismici nel doppio cratere. Inoltre è prevista la proroga dal 31 dicembre 2020 al 31 dicembre 2023 dell’efficacia delle disposizioni in materia di impignorabilità delle risorse assegnate per la ricostruzione in aree interessate da alcuni eventi sismici. Estende tale regime ad ulteriori risorse destinate al finanziamento degli interventi inerenti alla ricostruzione pubblica o privata, all’assistenza alla popolazione e alla ripresa economica dei territori colpiti da sisma o evento calamitoso.
Importante anche l’esenzione del contributo di costruzione per i titolari di contratti di locazione riferiti ad immobili adibiti ad abitazione principale, distrutti o danneggiati dagli eventi sismici in questione. Se tutto ciò lo sommiamo a quanto fatto nella legge di Bilancio ( stabilizzazioni del personale, 1 miliardo e 700 milioni per la ricostruzione pubblica, 160 milioni per il Contratto istituzionale di Sviluppo, 60 milioni per la ricerca e la formazione ed altro) ci rendiamo tutti conto che straordinario sforzo che stiamo facendo. Dal Report del commissario Legnini per il 2020 emergono dati positivi, queste ulteriori novità legislative, consentiranno un ulteriore sforzo positivo“. Cosi la Deputata Stefania Pezzopane, responsabile nazionale dipartimento Pd Aree terremotate e capogruppo in commissione Ambiente alla Camera dei Deputati. 

x