« Torna indietro

IMPRESA INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO DURIGON

Giampaolo Olivetti e Saverio Motolese, rispettivamente presidente e direttore generale di IMPRESA (associazione nazionale dell’Industria e delle Piccole e Medie Imprese, aderente al sistema delle Confcommercio) hanno incontrato il nuovo sottosegretario Claudio Durigon, per un confronto sia sul quadro economico generale.

Giampaolo Olivetti e Saverio Motolese, rispettivamente presidente e direttore generale di IMPRESA (associazione nazionale dell’Industria e delle Piccole e Medie Imprese, aderente al sistema delle Confcommercio) hanno incontrato il nuovo sottosegretario Claudio Durigon, per un confronto sia sul quadro economico generale.

“IMPRESA vuole essere sempre propositiva nel cercare le soluzioni ai problemi da affrontare e in questo specifico caso ci siamo messi a disposizione del Ministro Franco e del suo sottosegretario Durigon per dare il nostro contributo fattivo, con l’obiettivo di uscire fuori tutti insieme da questa fase altamente drammatica, dovuta all’emergenza sanitaria ed economica. Nel documento che abbiamo presentato al Ministro, IMPRESA ha fatto una “summa” dei bisogni espressi dai nostri tecnici e imprenditori che vivono la quotidianità delle imprese, indicando tutti gli strumenti e gli interventi possibili, attraverso i quali agevolare la sopravvivenza delle aziende ed anche stimolare il rilancio dell’economia, costretti ad affrontare un secondo lock down. Le imprese stanno vivendo un momento di grande difficoltà a causa della generale contrazione dei fatturati, a fronte dei costi fissi che rimangono invariati. Gli imprenditori stanno facendo di tutto per non intervenire nella riorganizzazione della forza lavoro, non perché c’è il divieto del licenziamento, ma perché il personale è una risorsa considerata primaria e fondamentale da tutelare a tutti i costi“, ha spiegato Giampaolo Olivetti.

Durigon nel corso dell’incontro ha comunicato una novità importante per il mondo delle aziende: un “Decreto Impresa” che vada nella ridefinizione per la ripartenza dell’economia e per la sopravvivenza delle aziende e a tal riguardo ha risposto alle attese di IMPRESA con l’impegno di prendere in considerazione nozioni dal documento di quest’ultima sia in riferimento al Decreto Sostegno che a quello Impresa.

“La vera priorità ad oggi – ha sottolineato Durigon -, unica soluzione per poter uscire dalla pandemia, è preoccuparci che arrivino i vaccini, per questo motivo nel Decreto abbiamo stanziato 5 miliardi per l’acquisto, la logistica, il trasporto e la somministrazione dei vaccini e le terapie anti-Covid e per il polo farmaceutico per vaccini in Italia. Il Commissario straordinario Generale Figliuolo si è posto come obiettivo quello di raggiungere 500mila somministrazioni di vaccino al giorno e le imprese saranno uno dei punti determinanti per l’applicazione e somministrazione dei vaccini”.

L’auspicio di Durigon è quello di “rivedere la luce in fondo al tunnel” entro la fine dell’estate prossima, per rientrare tutti a pieno regime.

x